Cronaca

La madre denuncia la figlia tossicodipendente: smantellato un "giro" di crack

I carabinieri hanno indagato nel quartiere Satellite di Pioltello

Fumo di crack. Due spacciatori in manette

Due spacciatori di crack sono stati arrestati a Pioltello, nel noto quartiere Satellite, dai carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda. Uno dei due si trovava agli arresti domiciliari da aprile del 2016 sempre per spaccio. L'indagine a loro carico è partita dalla richiesta d'aiuto di una donna di quasi settant'anni la cui figlia - una quarantenne - continuava a maltrattarla e chiederle soldi per acquistare il crack. La donna, arrestata inizialmente per estorsione, sta ora seguendo un programma di recupero.

Le successive indagini hanno portato alla luce un giro di crack gestito dai due pusher, un marocchino di 50 anni (il "capo") e un italiano di 37 anni, che preparavano la droga nell'appartamento del 50enne e poi la vendevano (a 80 euro al grammo) o nello stesso appartamento, e in questo caso era il marocchino ai domiciliari a occuparsi della consegna, o negli spazi comuni dello stabile, e allora era l'italiano a consegnare il crack agli acquirenti.

Il crack veniva poi consumato direttamente nello stabile, in box o appartamenti momentaneamente vuoti. I due sono stati portati a San Vittore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre denuncia la figlia tossicodipendente: smantellato un "giro" di crack

MilanoToday è in caricamento