rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Piogge torrenziali, fuori dagli argini il Lura

Il violento temporale che si è abbattuto ieri pomeriggio a Milano e le continue piogge della notte hanno fatto tracimare nuovamente il Lura a Lainate. Sul posto i vigili del fuoco. Al momento non è emergenza, sotto controllo gli altri canali milanesi

Ancora maltempo a Milano. Ieri pomeriggio sulla città si è abbattuto un violento temporale e le piogge sono continuate per tutta la notte, a tratti in modo torrenziale, mettendo a dura prova il nodo idrico milanese. E stamattina, per la seconda volta, a Lainate è tracimato il torrente Lura.

I vigili del fuoco sono a lavoro con gli escavatori in alcuni tratti delle sponde, per mettere in atto delle operazioni di contenimento. Al momento la situazione non rappresenterebbe un'emergenza, anche se il meteo prevede, in Lombardia, tempo perturbato ancora per oggi e per i prossimi giorni. Sotto controllo, invece, i canali e i fiumi a Milano.

Ma il maltempo non ha mancato di causare seri danni anche in città: cantine e piani sotterranei di molti negozi tra cui parecchi in centro, tetti divelti e vie bloccate dall'acqua stanno impegnando i vigili del fuoco. Allagato anche un tratto della tangenziale est. Lungo l'alzaia Naviglio Grande, ad Albairate fuori città, un grosso albero è caduto bloccando il corso d'acqua. Per rimuoverlo è intervenuta una gru. Anche i tombini si sono saturati per le abbondanti piogge, allagando vie e piazze.

GLI AGGIORNAMENTI

13 maggio ore 17.10 - Livelli idrometrici sotto controllo. Il maltempo resisterà ancora per domani, poi via al miglioramento. Situazione sotto controllo anche per il livello idrometrico dei fiumi. Lo ha comunicato Romano La Russa, assessore regionale che coordina gli interventi della Protezione Civile. Livello stabile per il Lambro e l'Olona e in diminuzione sul Seveso. Il primo e l'ultimo erano già esondati nei giorni scorsi. In risalita, ma senza destare allarme, il livello del Po: rimane chiuso il ponte provvisorio fra Piacenza e Lodi.

13 maggio ore 14.45 - Sacchi di sabbia sugli argini, ma il livello del Bozzente si sta normalizzando. La situazione nel Comune di Rho è in via di normalizzazione, anche se permane il rischio di una nuova esondazione del torrente Bozzente, affluente del fiume Olona. Sono stati utilizzati numerosi sacchi di sabbia per tamponare il rischio di fuoriuscita delle acque." Per quanto riguarda il traffico La Russa spiega che "nell'area dell'alto milanese potrebbero esserci delle difficoltà conseguenti a una nuova chiusura della SS33, che era stata riaperta la scorsa notte". "La sala operativa della Protezione Civile - conclude La Russa - si mantiene comunque in contatto costante con i responsabili comunali delle attività di contrasto ai danni provocati dal maltempo".

13 maggio ore 11.30 - Anche l'Olona è a rischio esondazione. Biringhello (Rho), presidio dei vigili del fuoco per monitorare il livello del fiume Olona e del suo affluente - il torrente Bozzente - che ieri è straripato in tre punti. Per il momento gli argini artificiali stanno tenendo, ma se dovesse ricominciare a piovere forte, la statale Sempione sarebbe a rischio allagamento. I vigili del fuoco si trovano sul posto con 4 mezzi e 10 operatori per far fronte ad eventuali emergenze.

13 maggio ore 10 - Ancora rovesci in Lombardia. Ancora maltempo su Milano e su tutto il territorio regionale. Secondo le previsioni, la pioggia dovrebbe durare fino a domani. E a Rho, ieri, il torrente Bozzente è esondato in tre punti, allagando una quindicina di abitazioni e due ditte in frazione Biringhello.

12 maggio ore 17.40 - Maltempo ancora fino a venerdì. Le criticità per rischio idrogeologico passano da "moderate" a "ordinarie". Una diminuzione sulla scala dei valori diffusa questo pomeriggio dalla Sala Operativa della Protezione Civile della Regione Lombardia. Il maltempo, però, terrà sotto scacco Milano e le altre province lombarde fino a venerdì, con condizioni simili a quelle attuali. Precipitazioni deboli o moderate che a più riprese interesseranno soprattutto la parte nord occidentale della regione, risultando più consistenti e a carattere di rovescio o temporale. Allerta per allagamenti ed esondazione di corsi d'acqua nelle zone urbanizzate, con particolare attenzione ai corsi d'acqua Olona, Seveso, Lambro e al nodo idraulico milanese.

12 maggio ore 15.10 - Perdite per 250milioni di euro a causa del maltempo. Garantire l'assistenza ai senzatetto e ai clochard in queste ore di maltempo. È quanto ha disposto la Prefettura di Milano, allertando la Croce Rossa. In caso di necessità, il Comitato Provinciale Cri di Milano, attraverso la propria Rete Territoriale, composta da Comitati Locali e Delegazioni, è pronta ad una mobilitazione di uomini, mezzi e materiali aggiuntivi a quelli ordinariamente in servizio, per lo svolgimento sia dei servizi sanitari di
soccorso, che di quelli socio assistenziali. Intanto si comincia a fare la prima conta dei danni: le imprese del nord Italia, fra le piogge insistenti e la primavera che tarda ad arrivare, hanno perso 250milioni, 94 dei quali solo le imprese lombarde. Le perdite maggiori si registrano nel settore trasporto merci e per il mancato indotto turistico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piogge torrenziali, fuori dagli argini il Lura

MilanoToday è in caricamento