menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pusher arrestati

Pusher arrestati

"Ti tagliamo la gola come fanno i terroristi"

La minaccia di morte a un giovane per debiti di droga

Hanno minacciato di morte un loro cliente che doveva loro 2.400 euro per debiti di droga. Due pusher tunisini di 31 anni sono stati arrestati dai carabinieri, a cui si era rivolto il cliente, preoccupato per l'incolumità personale. Ogni giorno, dal 1 dicembre 2014, gli spacciatori avevano ceduto cocaina a credito fino ad accumulare l'ingente somma. Ad un certo punto hanno preteso indietro i soldi con le minacce.

E per risultare più convincenti, hanno spiegato al malcapitato di essere capaci di "tagliargli la gola esattamente come fanno i terroristi".

Combinato un incontro in un kebab per il 12 dicembre per la consegna di una tranche di 500 euro, i due pusher sono stati arrestati in flagranza per estorsione mentre ricevevano il denaro dal loro cliente, un 36enne originario della provincia di Potenza, al nord per lavoro.

La vittima ha raccontato ai militari di essere un loro cliente abituale da molto tempo, almeno due anni. Per questo motivo i carabinieri stanno ora compiendo indagini sui due arrestati, per capire la dimensione del giro di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Coprifuoco a mezzanotte: l'ipotesi da metà maggio

  • Cronaca

    Una persona è morta travolta da un treno a Milano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento