rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Una preferenziale sull’acqua: al via il servizio pubblico sul Naviglio Grande

Venerdì è stata avviata la sperimentazione del servizio pubblico di navigazione sul Naviglio Grande, che collega il centro storico di Trezzano sul Naviglio alla Darsena di Milano. Tutti presenti per quella che è stata definita una potenziale alternativa alla mobilità convenzionale

L'inaugurazione, in grande stile, è stata presenziata dall'assessore alle Infrastrutture, Viabilità e Trasporti della Provincia di Milano, Giovanni De Nicola, dal presidente della Provincia Guido Podestà, dall'assessore alla Viabilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, dal presidente ATM Elio Catania e dal Presidente di Navigli Lombardi, Emanuele Errico. 

Secondo l'Assessore De Nicola: “Questa iniziativa, con dieci chilometri di “preferenziale su acqua”, rappresenta una potenziale alternativa alla mobilità convenzionale e segna l'avvio di una nuova politica di trasporto, gradevole e compatibile con l'ambiente ”.

A partire da ieri, fino al 17 gennaio 2010, il servizio sarà attivo tutti i giorni dalle ore 7:30 alle ore 20:30 (ad esclusione del 25 e 26 dicembre e del 1 e 6 gennaio), tramite un battello dalla capienza massima di 45 passeggeri.  Il servizio è attualmente gratuito, ma se dovesse essere stabilizzato avrebbe un prezzo del biglietto simile alle tariffe ATM.

Il presidente Podestà ha sottolineato “come i navigli possano essere l'alternativa alla difficoltà di arrivare nel Centro di Milano; questa idea di grande fascino, può essere concepita come una reale alternativa all'allungamento della metropolitana, anche in prospettiva Expo”.

L'assessore De Nicola considera questo come “un servizio efficiente, con un piano orario rivolto alle esigenze dei pendolari”, ma ammette che per essere realmente competitivo dovrebbe contare su almeno 11 battelli: “la speranza è quella di ottenere risorse in vista dell'Expo per rendere il servizio stabile, prolungando le corse oltre il 17 gennaio”.

“Un investimento fattibile, ma poco appetibile”, è sfuggito al presidente di Navigli Lombardi. Il tragitto, che prevede 5 fermate (Alzaia Naviglio Grande al n° 4 e poi al n°66, Corsico presso via Vittorio Emanuele e via Alzaia Trieste, Trezzano in via IV Novembre, 2) ha infatti una durata di circa un'ora che, coniugata alla ridotta capienza del battello, rendono, per ora, il progetto più interessante per i turisti, piuttosto che per i pendolari. Sponsor del progetto, oltre ad ATM, è IKEA: l'azienda svedese ha infatti collaborato con la Provincia per questo servizio che fa scalo all'IKEA di Corsico, in modo da coinvolgere i propri clienti in una mobilità sostenibile.

Dunque il progetto ha innegabilmente il suo fascino ma è di certo in una fase che non lo rende un vero e proprio servizio per i pendolari; si spera dunque in futuro, in un maggiore investimento di risorse, che sappia sfruttare e riqualificare le vie d'acqua, un' importante risorsa di Milano, da troppo tempo abbandonata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una preferenziale sull’acqua: al via il servizio pubblico sul Naviglio Grande

MilanoToday è in caricamento