Furti d'auto, sgominate due bande di super specialisti: 57 denunce, 7 arresti

Furti d'auto, ricettazione, contraffazioni. Agivano da professionisti i membri delle due bande sgominate (dopo un anno e mezzo d'indagini) dalla polizia locale di Milano. Nel loro bottino, 73 macchine rubate, 51 navigatori, 50 autoradio. "Giro" di diversi milioni

Furti d'auto, ricettazione, contraffazioni. Agivano da professionisti i membri delle due bande sgominate (dopo un anno e mezzo d'indagini) dalla polizia locale di Milano. Curavano i minimi dettagli della loro attività. C'è voluto il lavoro di due comandi di zona, con la collaborazione della polizia svizzera, per fermare questo vero e proprio traffico di automobili, camper e autocarri.

73 VEICOLI RUBATI - Le indagini sono state coordinate dalla pm Maria Teresa Latella, seguite personalmente dal comandante Mastrangelo e dirette dalle dott.sse Del Bon e Cappellini del corpo di polizia locale. Sono stati recuperati 73 veicoli rubati, tutti restituiti ai legittimi proprietari, oltre a 173 motori, in qualche caso contraffatti, 354 cambi, 51 navigatori satellitari e 50 autoradio, perché i membri delle bande si impossessavano non solo delle automobili ma anche di ciò che trovavano al loro interno. 57 persone sono state denunciate, e a 10 di queste è stata contestata l'associazione a delinquere. Inoltre sono stati arrestati sette membri delle bande (italiani), cui s'aggiunge un latitante tunisino. Sono stati anche sequestrati attrezzi di vario genere, atti a scassinare le automobili e a contraffarle. L'attività fruttava svariati milioni di euro.

GLI ARRESTI - E' stata scoperta grazie alle indagini che il Comando di Zona 4 ha effettuato sulla regolarità delle attività svolte da un'officina di via Fabio Massimo, nella periferia sud-est di Milano. Un'attività svolta a cielo aperto, senza le necessarie autorizzazioni, riversando nel terreno materiale tossico e custodendo nei locali interni alcuni autocarri d'illecita provenienza. Arrestati il titolare dell'officina, Michele T. (63 anni), lo "specialista dei furti" Raffaele P. D. C. (50) e i due "meccanici", Antonio D.N. (59), Giovanni P. (63, già in carcere) e Salah Mohamed D. W. (34), latitante. Questa la prima operazione, denominata Fabio Massimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AUTO RUBATE COL CARRO-ATTREZZI - L'altra, denominata Centro Direzionale, è anch'essa partita dalle indagini (operate dal Nucleo Problemi del Territorio) su un'officina meccanica, questa volta in via Cafiero, zona nord della città, e ha portato a tre arresti: il titolare dell'officina Roberto L. C. (46), il suo socio Antonio G. (29) e il ricettatore Ignazio M. (36), che affiancava l'attività illecita all'attività (regolare) di rottamatore. La Polizia Locale ha operato con intercettazioni telefoniche e localizzazioni satellitari, e si è avvalsa delle telecamere dislocate in vari punti della città ("Milano è la città più videosorvegliata d'Europa", ha dichiarato il vicesindaco De Corato, che ha illustrato l'operazione). I ladri d'auto agivano con estrema professionalità. A volte si servivano del "jammer", un inibitore dei sistemi d'allarme delle auto che interferisce sulle onde radio: in pratica, quando l'automobilista premeva il pulsante della chiave per chiudere le portiere a distanza, i ladri, localizzati nelle vicinanze, grazie al jammer impedivano che l'auto venisse effettivamente chiusa, e poi agivano con calma e indisturbati. Altre volte si travestivano da addetti alle rimozioni e utilizzavano i carri-gru per "prelevare" le auto, che poi talvolta, per non dare nell'occhio, erano lasciate per qualche giorno in vie desolate della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento