menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Geoff Hoon (nato.int)

Geoff Hoon (nato.int)

L'ex ministro di Blair non può deporre in tribunale: manca l'interprete

Figuraccia del tribunale di Busto: chiamato un perito non in grado di fare la traduzione simultanea. Il tutto al processo contro Finmeccanica per presunte tangenti all'India

Figuraccia della giustizia italiana, a Busto Arsizio. Un ex ministro del Regno Unito non ha potuto rilasciare la sua testimonianza in un processo perché il perito incaricato di fare da interprete non era in grado di effettuare la traduzione simultanea. La vicenda è stata riferita dalla Prealpina.

Protagonista Geoff Hoon, dal 1999 al 2005 ministro della difesa con Tony Blair. Doveva testimoniare sull'inchiesta che vede coinvolta Finmeccanica per le presunte tangenti al governo indiano per un appalto di fornitura di dodici elicotteri. L'appalto valeva 500 milioni di euro, la presunta mazzetta 51. Imputati l'ex ad di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, e l'ex ad di Agusta Westland, Bruno Spagnolini.

Sorpresa al dibattimento quando il perito incaricato ha confessato, dopo pochi minuti, di non fare traduzioni simultanee ma di "tradurre a senso". Secondo il racconto, sono seguiti alcuni minuti concitati per cercare, senza successo, un nuovo perito. Poi - in accordo con l'ex ministro - il rinvio al 29 maggio. Sembra che l'abbia comunque presa bene: "Mi scuso di non essere in grado di parlare l'italiano", avrebbe affermato Mr Hoon.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento