menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri di Vigevano (Pv)

Carabinieri di Vigevano (Pv)

Licenzia commessa, il suo convivente gli spara contro il furgone

E' successo in provincia di Pavia: subito arrestato il responsabile insieme al complice che lo stava aiutando a fuggire

Aveva da poco licenziato una commessa sospettando che rubasse dalla cassa del negozio: un commerciante di ortofrutta è stato inseguito e speronato sulla statale 596 da una Fiat Punto mentre, insieme alla moglie, tornava a casa alla guida del suo furgone, contro il quale sono stati esplosi anche dei colpi di pistola.

La coppia 47enne non è rimasta ferita e si è immediatamente recata dai carabinieri di Mortara (Pavia), per denunciare l'episodio. Immediatamente i carabinieri della compagnia di Vigevano hanno avviato le indagini, arrivando poi ad arrestare Francesco D., 31enne originario di Catania e convivente della commessa licenziata, e Fabio B., 45enne originario di Vigevano, entrambi residenti a Sant'Angelo Lomellina.

Gli stessi coniugi hanno riferito dell'improvviso licenziamento per giusta causa comminato nel pomeriggio di giovedì, ai danni della commessa 31enne, e del successivo violento alterco con il suo convivente, che aveva addirittura minacciato di morte il commerciante.

Francesco D. è stato ben presto rintracciato a Vigevano (Frazione Morsella) mentre era in compagnia di Fabio B.: secondo i carabinieri, i due stavano architettando un piano per far fuggire il presunto responsabile dello speronamento e della sparatoria. I due si erano appena allontanati da un domicilio nella disponibilità di Fabio B., nel quale i carabinieri hanno trovato una pistola semi-automatica calibro 7,65, di marca Zastava - Crvena modello 70, di fabbricazione ex Jugoslavia, priva di matricola e di qualunque segno identificativo. L'arma aveva un colpo in canna e altri tre nel serbatoio.

I due sono stati quindi arrestati e condotti nel carcere di Pavia. Francesco D. risponde di uso, detenzione illegale di arma clandestina da guerra, minaccia aggravata e danneggiamento aggravato. Fabio B. risponde di favoreggiamento personale e concorso in detenzione e trasporto di arma clandestina da guerra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Il calcolatore che stima quando sarà il tuo turno per il vaccino anti-covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento