Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Brera / Via Fatebenefratelli

Fatebenefratelli: medico primario, assenteista, indagato per truffa

Indagano le forze dell'ordine

Fatebefratelli

Primario assenteista indagato per truffa. Il medico, di servizio presso l'ospedale Fatebenefratelli, timbrava il cartellino e poi si allontanava dall'ospedale, a volte con la complicità di una collega che avrebbe coperto le sue assenze.

Secondo quanto è emerso dalle indagini congiunte di carabinieri e squadra mobile il medico, servendosi sempre di questo sistema, sarebbe rimasto a casa 145 giorni in un solo anno. Secondo i calcoli dell'accusa avrebbe percepito oltre 30mila euro di stipendio in più del dovuto.

In particolare, per 63 volte - si legge nel capo d'imputazione - tra l'11 gennaio e il 16 dicembre 2013 il medico "si è fatto timbrare dalla collega a la scheda magnetica che ne attestava la presenza, nonostante non fosse presente sul posto di lavoro". Per altre 66, tra il 4 gennaio e il 10 ottobre dello stesso anno ha autocertificato, "in sostituzione della timbratura d'ingresso o di uscita dal luogo di lavoro, la sua presenza presso la struttura ospedaliera contrariamente al vero". E per altre 16 dal 12 febbraio al 16 dicembre sempre 2013 ha attestato "tramite timbratura, contrariamente al vero, di essere presente presso la struttura ospedaliera", quando in realtà "non risulta che la persona sia giunta al Fatebenefratelli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatebenefratelli: medico primario, assenteista, indagato per truffa

MilanoToday è in caricamento