menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il blitz con l'affiliazione

Il blitz con l'affiliazione

'Ndrangheta: maxi operazione a Milano, arrestate 40 persone

Diffuse infiltrazioni nel tessuto locale e saldi collegamenti con le cosche calabresi di origine

I carabinieri hanno eseguito nelle province di Milano, Como, Lecco, Monza-Brianza, Verona, Bergamo e Caltanissetta un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della procura distrettuale antimafia di Milano, nei confronti di 38 indagati per associazione mafiosa, estorsione, detenzione e porto abusivo di armi. 35 sono in carcere, tre ai domiciliari.

Al centro delle indagini del Ros dei carabinieri tre sodalizi della 'ndrangheta radicati nel Comasco e nel Lecchese, con diffuse infiltrazioni nel tessuto locale e saldi collegamenti con le cosche calabresi di origine. I reati contestati vanno dall'associazione mafiosa alla detenzione, porto abusivo e vendita di armi clandestine, nonché estorsione e tentata estorsione anche internazionale.

Sono stati anche documentati i rituali mafiosi per il conferimento delle cariche interne e le modalità di affiliazione. I militari infatti hanno ripreso per la prima volta nella storia la cerimonia di conferimento della Santa, il più alto grado di affiliazione 'ndranghetista.

In Lombardia, colpite in particolare le "locali" di Cermenate (Co), Fino Mornasco (Co) e Calolziocorte (Lc). Agli arresti il capo locale e il capo società di Calolziocorte, Antonino "Pizzicaferro" Mercuri e Antonio "Occhiazzi" Mandaglio. Poi il capo locale e il capo società di Cermenate, Giuseppe "Melangiana" Puglisi e Raffaele "Gazzosa" Bruzzese. E ancora il capo locale di Fino Mornasco, Michelangelo Chindamo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento