rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il ritratto / Cologno Monzese / Via Bergamo, 7

Omicidio alle porte di Milano: chi era Maria Begoña, uccisa a coltellate

Vedova, con tre figli e un lavoro in biblioteca a Cologno Monzese

Maria Begoña Gancedo Ron avrebbe fatto 61 anni il 16 agosto ma all'alba del 22 marzo è stata trovata morta nella sua camera da letto nell'appartamento al terzo piano della scala D del condominio in via Bergamo 7, a Cologno Monzese (Milano), dove viveva. È stata accoltellata più volte al petto e all'addome.

Maria Begoña Gancedo Ron-3

(Maria Begoña durante un'iniziativa dedicata al bilinguismo in biblioteca a Cologno)

In casa con lei, quando arrivano i carabinieri avvertiti dai vicini, ci sono i figli. Due ragazze di 24 anni, gemelle e molto seguite dalla donna a causa di un loro problema di salute; e il figlio 28enne, D. G., sul quale si stanno concentrando le indagini dei militari della Compagnia di Sesto San Giovanni e quelli del Nucleo investigativo di Milano.

Omicidio a Cologno Monzese (Foto C.R. Guarino)

La vittima era vedova: il marito era morto una quindicina di anni fa per cause naturali. Nata in Spagna, Maria Begoña viveva in Italia da moltissimi anni e lavorava nella sezione infanzia della biblioteca comunale di Cologno Monzese. "Siamo tutti increduli per l'accaduto - ha detto al telefono a MilanoToday il sindaco di Cologno Monzese, Angelo Rocchi -. Maria Begoña Gancedo Ron era gentile, dolce e molto riservata".

La 61enne, che si era trasferita a Cologno dopo aver conosciuto il padre dei suoi figli, aveva lavorato per una ventina d'anni per il Comune tramine una cooperativa. Poi, due anni fa, era riuscita a vincere il concorso diventando dipendente e assumendo un incarico come funzionaria in biblioteca, dove lavorava con dedizione con i più piccoli, partecipando anche a iniziative per promuovere il bilinguismo.

"Era una signora molto a modo, dal carattere mite - l'ha ricordata ancora il sindaco colognese -. Tutti la conoscevamo ma non avevamo idea avesse dei problemi in casa. Non era una persona che si lamentava; anzi, recentemente, quando gli spazi della biblioteca erano stati rinnovati, era tutta contenta".

I carabinieri sul posto dell'omicidio: video

Per la donna non c'era più nulla da fare quando i sanitari sono arrivati nella sua abitazione. Nell'appartamento, in quello che ha tutta l'aria di essere il teatro di un "delitto familiare", sono arrivati anche i militari della scientifica, il medico legale e il Pm della Procura di Monza. Ora si sta cercando di capire com'è potuto succedere e per quali ragioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio alle porte di Milano: chi era Maria Begoña, uccisa a coltellate

MilanoToday è in caricamento