Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Porta Romana / Via Carlo Botta

Piscina Caimi: così rinascerà un "gioiello" liberty

Nella vasca da 50 metri arriverà una pedana di legno, lunga 12 metri: servirà per prendere il sole, per le attività dei campus di bambini e ragazzi e, occasionalmente, come speciale spazio palcoscenico

Il rendering del progetto finale

La piscina Caimi di via Botta, in zona Porta Romana, si prepara a essere ristrutturata. Il gioiello liberty anni ’30, chiuso dal 2007, tornerà alla città in tempo per Expo grazie a un accordo tra Comune e Fondazione Pier Lombardo.

Il progetto di recupero rimette in connessione la piscina con il teatro Parenti, tornando all’idea originaria di uno spazio unico e con funzione pubblica. L’obiettivo di Fondazione Pier Lombardo è di partire con il cantiere a luglio.

Nella vasca da 50 metri arriverà una pedana di legno, lunga 12 metri: servirà per prendere il sole, per le attività dei campus di bambini e ragazzi e, occasionalmente, come speciale spazio palcoscenico. Nella piscina più piccola arriverà una zona idromassaggio. Le vasche avranno acqua climatizzata e depurata.

La tradizionale fila di cabine sarà completata da porticati leggeri, con piante rampicanti. La palazzina verrà trasformata in uno spazio con attività di ristorazione e culturali, mostre e libri: un nuovo polo di incontro per il quartiere.

Sono allo studio altri elementi, come la possibilità di avere nuovi alberi su via Botta, per assicurare più privacy e quiete al complesso. Sono inoltre in corso approfondimenti, da parte del Comune, sul vicino campo da tennis, per capirne l’effettivo utilizzo e il legame con il quartiere, in modo da valutare la migliore soluzione per il suo futuro nell'interesse degli abitanti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piscina Caimi: così rinascerà un "gioiello" liberty

MilanoToday è in caricamento