rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Sacchetti di plastica: vietati dal 2011 ma ne circolano ancora milioni

Diffusi nei piccoli negozi e nei mercati rionali. Ogni tanto la polizia locale ne sequestra ingenti quantità

Vietati dal 2011 perché non biodegradabili, i sacchetti di plastica sono invece ancora usati in modo massiccio a Milano, sia dai negozi sia - soprattutto - presso i mercati rionali all'aperto. Eppure le multe sono salatisime: da 2.500 a 25 mila euro. Evidentemente non basta. 

Sacchetti di plastica sequestrati (foto polizia locale)

Si parla di ventidue milioni di pezzi all'anno a Milano. Una cifra enorme che presuppone un mercato organizzato tra produttori e distributori di un oggetto illegale ormai da anni. Ed infatti ogni tanto le forze dell'ordine ne sequestrano in quantità ingenti. Come i 230 mila pezzi sequestrati in un box dell'hinterland di Milano, a luglio 2016, da parte della polizia locale milanese. Ma il blitz che ha portato al risultato più ingente risale a marzo 2015: cento milioni di sacchetti (mille tonnellate) in quattro diversi magazzini tra Milano e Assago (video). Segno che il mercato è "florido".

I sacchetti biodegradabili, a sentire i commercianti, hanno due difetti principali: costano di più, anche il doppio, e sono molto meno resistenti, per cui occorre talvolta usarne due anziché uno, e magari non basta. Giustificazioni che ovviamente non devono portare a violare la legge, ed infatti Giacomo Errico (vice presidente dell'Unione commercio) propone di sensibilizzare verso l'uso dei sacchetti di stoffa. E un consigliere comunale di Milano, Aldo Ugliano del Pd, chiede che Palazzo Marino si ponga a capo di un tavolo di confronto con tutti gli operatori per arrivare ad una soluzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacchetti di plastica: vietati dal 2011 ma ne circolano ancora milioni

MilanoToday è in caricamento