rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Negozi aperti 1 Maggio, "sciopero" dei sindacati: "Sfregio ai lavoratori"

Sindacati sul piede di guerra per l'apertura dei negozi durante la Festa del Lavoro, voluta dal Comune: "Un atto grave, arrogante e sbagliato, uno sfregio alla Festa"

Lo sciopero per l'intera giornata del primo maggio e un presidio, domani, sotto gli uffici dell'Assessorato alle Attività produttive del Comune, in via Larga dalle 10 alle 12. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil annunciano le iniziative contro la deroga per le aperture dei negozi domenica Primo maggio, Festa del lavoro.

«Il Comune di Milano - spiegano in una nota -, ha concesso la deroga per l'apertura di tutte le attività di vendita nella giornata del 1° maggio. Con quattro giorni di preavviso cambia una decisione presa a novembre 2010, quando il tavolo di consultazione previsto dalla legge regionale aveva visto d'accordo tutte le parti coinvolte, comprese Federdistribuzione e Unione del Commercio, nel confermare la chiusura dei negozi per il primo maggio a fronte della possibilità di tenere aperto la domenica successiva (8 maggio). Alla luce della nuova delibera le aperture domenicali nel mese di maggio saranno tre (l'1, l'8 e il 15) perché il primo di maggio è stato scambiato con il 2 ottobre, ferma restando la possibilità di tenere aperto tutte le domeniche per i negozi del centro storico. L'eccezione ormai è rappresentata dalla eventuale chiusura nei giorni festivi e non il contrario e noi riteniamo che la Festa del Lavoro possa meritare questa eccezione».

Filcams Fisascat e Uiltucs di Milano «ritengono la decisione del Comune un atto grave, arrogante e sbagliato, uno sfregio alla festa del lavoro e alle lavoratrici e ai lavoratori del settore».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi aperti 1 Maggio, "sciopero" dei sindacati: "Sfregio ai lavoratori"

MilanoToday è in caricamento