menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aziende, 12 edifici, orologi e gioielli: il tesoro da 2 milioni e mezzo di euro del trafficante

La finanza ha sequestrato beni per 2,5 milioni di euro a un trafficante ed estorsore. I fatti

Bandito e imprenditore, a modo suo. La guardia di finanza di Milano ha sequestrato beni per oltre 2 milioni e mezzo di euro a un uomo già condannato a 14 anni di reclusione per i reati di estorsione e traffico di stupefacenti.

Le indagini patrimoniali - ha spiegato la Gdf in una nota - hanno preso spunto dall'operazione “Crociata dalla direzione distrettuale antimafia, che nel 2016 aveva consentito di disarticolare la locale di Mariano Comense", nella quale l'uomo "era stato riconosciuto responsabile di un ingente traffico di stupefacenti e di diversi episodi di estorsione".

Era stato proprio lui, infatti, a costringere il "titolare di un’officina a cedergli la propria azienda, dopo che l’estortore, già proveniente da un lungo periodo di detenzione, era riuscito ad assumerne la gestione". "Con metodi intimidatori, operando nel corso del tempo una vera e propria spoliazione dei beni aziendali e privando di ogni potere decisionale il titolare della stessa attività", l'uomo "se ne è impossessato senza pagare alcun corrispettivo e, addirittura, ha imposto alla vittima di chiudere eventuali altre imprese operanti nel medesimo settore, qualora si fossero poste in concorrenza", si legge in una nota della finanza, che ricostruisce così il profilo dell'uomo. 

Grazie alla vita da criminale, "nel periodo 2004- 2014, il soggetto è riuscito ad incrementare sensibilmente il proprio patrimonio mobiliare ed immobiliare, che risultava intestato a due società, esercenti anche l’attività immobiliare, e la cui titolarità era formalmente ricondotta ai propri figli".

A quel punto, con l'ok della sezione misure di prevenzione della procura di Milano, i finanzieri hanno confiscato "un’azienda e il compendio di una società, dodici fabbricati e due terreni, oltre a diversi orologi e gioielli, che sono stati così sottratti definitivamente dal circuito criminale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento