Cronaca

Nave-Ospedale San Raffaele in Colombia: il progetto 'milanese' nelle foreste del Pacifico

Basta un sms con 2 euro per migliorare la vita dei bambini in Colombia grazie alle missioni della Nave-Ospedale San Raffaele. Al Bano, Ivan Ramiro Cordoba e Jimmy Ghione ci mettono la faccia insieme ad Aispo

La nave

Basta poco per migliorare la vita dei bambini in Colombia grazie alle missioni della Nave-Ospedale San Raffaele. Al Bano, Ivan Ramiro Cordoba e Jimmy Ghione ci mettono la faccia insieme ad Aispo (Associazione italiana per la solidarietà tra i popoli), Ong dell’Ospedale San Raffaele di Milano, torna a sostenere la Nave-Ospedale San Raffaele in Colombia attraverso la Campagna di raccolta fondi tramite sms solidale.

Dal 10 al 31 gennaio è possibile sostenere la Nave inviando un sms al numero 45505 oppure chiamando lo stesso numero da rete fissa e donando 2 oppure 5 euro. La Nave-Ospedale è una salvezza per molti. E’ stata equipaggiata e resa operativa grazie ai fondi raccolti con la "campagna sms del 2010" e oggi offre servizi sanitari gratuiti (campagne di vaccinazione, attività di screening/monitoraggio delle gravidanze, assistenza al parto, etc…) alla popolazione indigente che vive lungo la costa pacifica colombiana, zone remote in cui il servizio pubblico non esiste e dove le genti non hanno quasi mai occasione di incontrare un medico.

Le patologie più diffuse sono quelle tipiche delle aree tropicali, aggravate dalle scarsissime condizioni igieniche e della totale mancanza di nozioni sanitarie da parte della popolazione, come la necessità di lavare le ferite, di bollire l’acqua, di prevenire la puntura di insetti come zanzare e zecche. Malaria, dengue e colera sono prevalenti, insieme a molte infezioni (come quelle delle vie respiratorie e del sistema gastroenterico) e altre patologie che potrebbero essere prevenute da interventi di base e da appropriate campagne di vaccinazione.   

Con questo progetto Aisp si pone l’obiettivo di potenziare i servizi erogati dalla Nave-Ospedale, che, ad oggi è dotata dei seguenti servizi: ambulatori di medicina generale/sale medicazioni, ambulatorio pediatrico, di ginecologia e monitoraggio delle gravidanze con ecografo, laboratorio di analisi, servizio di farmacia, sala operatoria per interventi e gabinetto odontoiatrico.

I fondi raccolti verranno utilizzati per l’acquisto di materiale di supporto alle attività vaccinali e di cura (guanti usa e getta, siringhe, garze, reagenti di laboratorio). L’acquisto di farmaci per la cura delle più frequenti patologie pediatriche e neonatali. Si prevede inoltre la possibilità di fornire kit per l’integrazione alimentare ai bambini malnutriti. L’acquisto di piccolo strumentario (bilance pesa-neonati, bilance pesa bambini, otoscopio, oftalmoscopio). La copertura di parte dei salari per il personale sanitario (medici, infermieri, tecnici) che verrà impegnato nelle missioni. La copertura di parte delle spese di funzionamento della nave-ospedale per il raggiungimento dei villaggi (carburante, costi di manutenzione ordinaria, salari del personale tecnico della nave, 4 marinai). La realizzazione di materiale informativo per la popolazione locale (volantini in lingua spagnola sulla modalità di prevenzione delle principali patologie infettive e sulle norme igieniche di base; organizzazione di incontri nelle scuole e nei pochi dispensari esistenti).

al bano sms nave ospedale-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nave-Ospedale San Raffaele in Colombia: il progetto 'milanese' nelle foreste del Pacifico

MilanoToday è in caricamento