Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Bollate / Via La Cava

Bollate, ragazzo di 21 anni sfregiato con un colpo di pistola: colpito da un proiettile in volto

Il ragazzo è stato ricoverato al Niguarda. Non è in pericolo di vita. Indagano i carabinieri

Indagano i carabinieri - Foto repertorio

Il proiettile gli è entrato dalla guancia ed è uscito dal labbro inferiore, causandogli danni ai denti, alla mandibola e alla lingua. Lui è rimasto sull’asfalto ferito, ma ancora cosciente. Chi ha premuto il grilletto, invece, ha fatto subito perdere le proprie tracce. 

Misteriosa aggressione martedì sera fuori da un circolo privato a Bollate, in via La Cava, dove un ragazzo di ventuno anni - albanese - è stato colpito da un proiettile al volto, esploso - sembra - da breve distanza. 

Il ventunenne, che era in compagnia del fratello di sette anni più grande, è stato subito soccorso da un’ambulanza e un’auto medica ed è stato trasportato in codice giallo al Niguarda, dove è stato operato ed è tutt’ora ricoverato. Incredibilmente, nonostante le gravi ferite alla lingua, ai denti e alla mandibola, non è in pericolo di vita anche se le sue condizioni sono gravi. 

In via La Cava sono intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo di Rho, che hanno già fatto partire le indagini. L’unica certezza, al momento, è che il foro d’entrata del proiettile è sulla guancia sinistra, mentre quello d’uscita è sul labbro inferiore. Cosa sia successo prima e dopo lo sparo è ancora da ricostruire. 

Il ventunenne, che insieme al fratello ha precedenti per droga, ha fornito una ricostruzione dell'accaduto, ora al vaglio dei militari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollate, ragazzo di 21 anni sfregiato con un colpo di pistola: colpito da un proiettile in volto

MilanoToday è in caricamento