Cronaca

Vasco, multa di 1000 euro: troppo lungo il concerto di mercoledì

Inflessibili, i tecnici del Comune hanno comminato a Vasco una sanzione di mille euro per 17 minuti di sforamento. Maran: "La legalità e i concerti possono convivere"

Se n'era accorto perfettamente, Vasco, mercoledì sera, di essere fuori tempo massimo. L'ultima nota, nei concerti a San Siro, deve suonare perentoriamente entro le 23.30, ma lui voleva assolutamente suonare "Vita spericolata" alla fine dei bis: "Voglio fare un'ultima canzone e la faccio. Dedicata al comitato antirumore".

Risultato, il concerto è finito alle 23.47 e per di più era iniziato prima del dovuto, con i gruppi di appoggio che avevano attaccato alle 18.30. La multa è stata inevitabile, l'importo appare piuttosto irrisorio ma deriva da vecchie tabelle. L'assessore all'ambiente Pierfrancesco Maran promette di rivederle "perché non sono un disincentivo sufficiente".

E mentre dovrebbe non avere conseguenze l'usuale controllo dei decibel, che non possono superare la "soglia 80", lo sforamento è stato punito. Anche perché, come spiega l'assessore, ha rischiato di mandare in tilt il programma di potenziamento dei mezzi pubblici predisposto da Atm: "Gli orari sono definiti in anticipo, e i ritardi vanificano lo sforzo". Facile da comprendere: Atm decide di potenziare le metropolitane e le navette fino a determinati orari (ad esempio la M1 fino all'1.10) sulla base della previsione che il concerto termini alle 23.30.

Maran introduce poi un altro problema. In teoria il potenziamento dei mezzi pubblici dovrebbe essere pagato dagli organizzatori, come succede sempre e ovunque, e come in parte è successo per i concerti di Vasco. In particolare, all'Atm il potenziamento è costato 18mila euro a serata, ma gli organizzatori ne avrebbero pagati solo 15mila. L'intenzione di Pierfrancesco Maran è quella di far sottoscrivere in futuro un contratto con l'Atm prima di poter suonare.

Questo non significa che l'amministrazione di Pisapia abbia cambiato idea sui grandi eventi a San Siro. Spiega Maran: "Per l'anno prossimo sono sicuro che ci sarà un programma più ricco. Siamo vicini a chi vuole far vivere la città e ci impegniamo a sostenere i grandi eventi artistici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasco, multa di 1000 euro: troppo lungo il concerto di mercoledì

MilanoToday è in caricamento