Cronaca Adriano / Via Adriano

Violentata nella palazzina abbandonata: arrestato lo stupratore

La violenza sessuale nelle prime ore della mattinata di domenica 7 agosto. I due si conoscevano

L'ex Rsa di via Adriano

Un terribile episodio di violenza sessuale si è consumato nell'estrema periferia nord-est di Milano, domenica 7 agosto, di prima mattina. I carabinieri hanno arrestato il violentatore: era ancora sul posto, si era addormentato. La vittima è una ragazza di 25 anni, che è riuscita a scappare e a dare l'allarme dopo l'abuso subìto.

L'uomo conosceva la vittima perché i due avevano avuto una breve relazione nei primi mesi del 2016, poi interrotta da lei. Quando l'ha vista, per caso, intorno alle cinque di mattina nel quartiere a nord di Crescenzago, ha iniziato a farle alcune avances, ma lei si è opposta. Allora lui, che aveva in mano un coccio di bottiglia di vetro, l'ha minacciata e l'ha costretta a seguirlo nella ex Rsa di via Adriano, un edificio i cui lavori di costruzione sono stati interrotti e di cui è rimasto lo "scheletro", ora dormitorio di senzatetto e disperati.

La ragazza è stata picchiata e violentata. Poi l'uomo si è addormentato e - a quel punto - lei è fuggita. Non aveva con sé il celluare, per cui è corsa a casa (vive nello stesso quartiere) da dove ha dato l'allarme, pochi minuti prima delle sette, chiamando la centrale operativa del 112. Mentre i sanitari la portavano in una clinica specializzata, dove i medici constatavano la violenza sessuale, i carabinieri della stazione di Crescenzago si sono precipitati nella struttura di via Adriano e, grazie alla descrizione della giovane ed anche ad un paio di testimonianze raccolte sul posto, da altri senzatetto che trovano riparo nell'ex Rsa, hanno individuato il 35enne originario del Marocco che dormiva ancora.

Lo hanno arrestato e lo hanno portato in caserma: l'uomo è conosciuto alle forze dell'ordine con numerosi alias e ha piccoli precedenti per vari reati, dagli stupefacenti alla resistenza ai furti. E' in italia da anni, senza fissa dimora. Non vive stabilmente nell'ex Rsa di via Adriano ma sicuramente conosce bene il posto. I carabinieri lo hanno portato a San Vittore: risponde di violenza sessuale. L'inchiesta è condotta dal pm Paolo Filippini.

Ed è emerso anche un altro particolare. Dopo la fine della relazione, la ragazza ha denunciato per atti persecutori il 35enne, che evidentemente non ha mai sopportato l'idea di essere lasciato dalla sua ex.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata nella palazzina abbandonata: arrestato lo stupratore

MilanoToday è in caricamento