rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Denuncia violenze nel Cie e ottiene permesso di soggiorno

Una giovane nigeriana ha denunciato il tentativo di violenza sessuale subito nel Cie di Milano a carico di un agente. E' stata aperta un'inchiesta. La donna ha ottenuto il permesso di soggiorno che le ha permesso di lasciare il Centro

Ha ottenuto il permesso di soggiorno per aver denunciato di essere stata vittima di una "tratta" di prostitute, Joy O., la giovane nigeriana che ha
raccontato agli inquirenti milanesi di aver subito un tentativo di violenza sessuale da parte di un ispettore di polizia in servizio nel Centro di identificazione ed espulsione di Milano, ora indagato dalla Procura in relazione ai presunti abusi.

La donna di 28 anni, assistita dagli avvocati Eugenio Losco e Mauro Traini, aveva confermato le accuse nei confronti del poliziotto, V.A., nel corso di un incidente probatorio lo scorso 8 giugno. La giovane, condannata l'anno scorso per alcuni disordini scoppiati nel Cie di Milano, era entrata in Italia nel 2008 e si prostituiva nel bresciano, sfruttata da un clan di suoi connazionali.

Aveva denunciato lo sfruttamento alla procura di Brescia e nell'agosto del 2008, stando al racconto della donna, gli uomini del clan avevano ucciso suo padre in Nigeria e poi, quando era finita nel Cie di Milano, credendo che fosse fuggita, avevano ammazzato sua sorella e suo fratello. Sulla base della denuncia e su input dei pm di Brescia, la questura di Modena le ha rilasciato il permesso di soggiorno e la donna è così potuta uscire dal Cie della città emiliana, dove viveva.






 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia violenze nel Cie e ottiene permesso di soggiorno

MilanoToday è in caricamento