Straniero sputa sangue in tribunale, ricoverato al Sacco

Nel reparto allestito per l'emergenza ebola

Tribunale di Milano

Paura di malattie infettive in tribunale a Milano. 

Un cittadino ghanese, imputato a Milano in un processo per direttissima, si è sentito male e ha iniziato a sputare sangue lunedì 13 ottobre: il giudice che seguiva il suo caso ha deciso di disporre il ricovero per accertamenti all'ospedale Sacco, nel presidio attrezzato per l'Ebola.

L'aula delle direttissime è stata chiusa e un cartello segnale che è "inagibile", specificando di "non accedere". 

A quel punto il giudice ha continuato a tenere le udienze successive indossando guanti in lattice. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle prime informazioni, però, come riporta Repubblica, l'uomo vive in Italia da molto e non ha mai lasciato il Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

  • Milano, scuola e covid: 4 bimbi positivi, tutte le classi in isolamento (più una educatrice)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento