Mostra "Paesaggi frammentati"

STEFANO CAIMI - PAESAGGI FRAMMENTATIa cura di Cristina Trevia.13 - 18 Ottobre 2018 - orario dalle 15.30 alle 18.30 . Inaugurazione sabato 13 ottobre ore 18.30.The Other Space – via Angelo della Pergola 3, Milano. (rivolgersi a Galleria Angelo della Pergola 1)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

La mostra personale Paesaggi frammentati, di Stefano Caimi, racconta la natura attraverso fissità e mutamento. Un frammento è un pezzo di oggetto che si è rotto. E’ un elemento che, per etimologia, si definisce tale a seguito di una trasformazione: non c’è un frammento senza un tutto, un intero. Le opere esposte raccontano paesaggi naturali immobilizzati nel tempo, espressione di una metamorfosi che guarda al passato e al futuro. Le Distopie hanno come soggetto elementi appartenenti al mondo vegetale proiettati in un futuro fittizio, in cui la resilienza della natura viene meno. Una sottile coltre bianca imprigiona l’opera in un tempo immutato ed indefinito, dove un frammento naturale viene nascosto e si nasconde. Il profilo irregolare dell’elemento si perde in un paesaggio arido e senza misura. Niente più natura, niente più scala o dimensione fisica. Solo bianco. L’opera Monoliti ti guida all’interno di una serie di paesaggi, di monoliti rocciosi trasportati da ghiaccio e frane, che nel tempo hanno rimodellato il paesaggio. Blocchi unici di pietra, erratici e in continuo mutamento. Attraverso l’opera, si vuole archiviare il paesaggio per come si è presentato in quel dato momento; un frammento di natura che porta con sé i cambiamenti del passato e le trasformazioni del futuro. DISTOPIE 2018. | Juta, legno, vernice, materiali naturali. | 100 x 50 cm, 50 x 25 cm, 35 x 25 cm. Selezione di opere. MONOLITI 2018. | Videoproiezione in tempo reale. | Dimensione variabile. Corni di Canzo | Val di Mello | Val Masino.

Torna su
MilanoToday è in caricamento