Politica

Scandalo affitti Trivulzio, pugno duro della Moratti: "Dare discontinuità"

"Per l'immagine del Pio Albergo Trivulzio abbiamo bisogno di un segnale di assoluta discontinuità, per dare garanzie che il patrimonio sia amministrato nella maniera migliore". Così Letizia Moratti, intervistata da Alfonso Signorini

"Per l'immagine del Pio Albergo Trivulzio abbiamo bisogno di un segnale di assoluta discontinuità per dare garanzie che il patrimonio dell'ente sia amministrato nella maniera migliore per poter attirare nuove donazioni da parte dei privati". Lo ha detto il sindaco di Milano, Letizia Moratti (nella foto), ai microfoni della tribuna radiofonica di Alfonso Signorini, riferendosi al futuro dei vertici del Pio Albergo Trivulzio dopo lo scandalo degli affitti a prezzi di favore per persone influenti e senza alcuna difficoltà economica. L'annuncio è arrivato a pochi minuti dall'apertura del consiglio di amministrazione del famoso ospizio milanese.

L'ACCORDO - Il primo cittadino milanese ha ribadito che la posizione assunta dopo lo scandalo degli affitti di favore è stata pienamente concordata con il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. "Questo è un accordo - ha sottolineato - che abbiamo preso con il presidente Formigoni, perché è una decisione congiunta".

"HO VISSUTO QUESTA SITUAZIONE MALISSIMO" - Se ieri le posizioni ufficiali imponevano l'esame di tutte le irregolarità e poi l'assunzione delle decisioni (anche le più drastiche nei riguardi del management della Baggina), dalle parole del sindaco Moratti rilasciate stamane l'ordine delle azioni si è completamente invertito. Prima "un segnale di assoluta discontinuità". "Poi si tratterà di capire - ha spiegato il sindaco - se ci sono state, e sembra proprio che ci siano state, situazioni di irregolarità. Giustizia. Giustizia. Giustizia". Proprio il riferimento a un senso della giustizia tradito è stato per il sindaco la molla che ha fatto scatenare in lei questa reazione di intransigenza. "Ho vissuto questa situazione malissimo - ha confessato a Signorini - con grande preoccupazione per una necessità, che sento fortissima, di fare chiarezza con la massima tempestività e con il massimo rigore per un senso di giustizia. Il Pio Albergo Trivulzio dà servizi di grande qualità e quindi ha bisogno di avere un patrimonio che sia valorizzato al meglio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo affitti Trivulzio, pugno duro della Moratti: "Dare discontinuità"

MilanoToday è in caricamento