Bedori (M5S): "Solo 5 artisti italiani su 24 nel cartellone della Scala"

"In un momento come questo, i teatri dovrebbero cercare di tutelare e privilegiare gli artisti italiani che sono in ginocchio" ha detto il consigliere pentastellato

"A scorrere i nomi del cartellone della Scala sembra di essere in Germania. Quest'anno il Teatro alla Scala ha scelto di proporre un repertorio tedesco e su 24 artisti solo 5 italiani. In un momento come questo, i teatri dovrebbero cercare di tutelare e privilegiare gli artisti italiani che sono in ginocchio. Al contrario, il Teatro alla Scala ha scelto 19 artisti stranieri - grandi nomi non c'è che dire - ma perché non aiutare gli artisti italiani? A quanto ammontano gli ingaggi? Quest'anno come non mai sarebbe stato auspicabile, se non indispensabile, tutelare gli artisti italiani invece così non é stato".

Sono le parole di Patrizia Bedori, consigliere M5S in Comune dopo la presentazione del cartellone della Scala. "Non è nazionalismo ma buon senso. Mi sarei aspettata atti di solidarietà soprattutto dai grandi teatri che hanno visibilità e possono dare l'esempio. Peccato, un'occasione persa per aiutare gli artisti italiani a sopravvivere al tempo del Covid, ma evidentemente in Italia più che aspettare Godot dobbiamo attendere iniziative private come quella di Fedez e Ferragni. Grazie solo a loro. Purtroppo", prosegue.

"La prima del Teatro alla Scala rappresenta il sistema opera italiano nel mondo. Vedere esibire artisti per la maggioranza provenienti dall’estero, significa non credere nei cantanti italiani. La città che dice? Lo stato cosa dice? Perché in tutti i teatri del Paese è così da anni! Pandemia o meno si ingaggiano star e si fanno i cartelloni preferendo stranieri agli italiani. Da Milano a Verona, passando per Firenze o Roma, la musica è italiana, le voci no! Ed oggi con il Paese in ginocchio, un pò di sano nazionalismo culturale servirebbe a mostrare nel mondo quanto abbiamo da offrire" conclude Bedori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento