rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Famedio, inscritti i nomi di 13 milanesi illustri: c'è anche Padoa Schioppa

Nel Pantheon i nomi di tredici milanesi che si sono contraddistinti per l'apporto all'arte, alla scienza, alla cultura, allo sport: ci sono Padoa Schioppa e il cestista Rubini

I nomi di 13 milanesi illustri sono stati iscritti nel Pantheon di Milano, il Famedio del Cimitero Monumentale, in una cerimonia pubblica alla presenza del sindaco Giuliano Pisapia e del presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo. 

Gli iscritti, che rappresentano le diverse anime della città (la cultura, le professioni, l’imprenditorialità, la creatività, la scienza, lo sport) sono: il compositore Bruno Bettinelli, il designer Marco Del Corno, il cantautore e giornalista Ivan Della Mea, il Presidente di Smau Enore Deotto, l’imprenditore Noverino Faletti, il giurista Pier Giusto Jaeger, lo sceneggiatore e regista Marcello Marchesi, l’economista Tommaso Padoa Schioppa, il giornalista Guido Passalacqua, il campione di pallanuoto e pallacanestro Cesare Rubini, il medico e scienziato Mario Tiengo, il critico d’arte Marco Valsecchi, lo scrittore ed editore Alberto Vigevani.

“Sono emozionato, è stata la mia prima volta al Famedio da sindaco – ha detto Giuliano Pisapia – anche se in questo luogo importante di Milano venivo già da ragazzo, con i miei fratelli. Qui onoriamo persone che hanno fatto grande la città, che ne rappresentano le eccellenze, in tutti i suoi settori di attività e di sapere. Persone che incarnano perfettamente la ‘vitalità’ di Milano, quella capacità di innovare e di pensare al futuro che è la caratteristica migliore della nostra città. A tutti loro diciamo quindi grazie, ricordandoli e onorandoli con l’iscrizione in questo Pantheon. Ma oggi – ha concluso il primo cittadino – credo che ci arrivi anche un’iniezione di fiducia: da queste vite illustri possiamo prendere spunto per affrontare i tempi difficili che ci aspettano, a Milano e in tutto il Paese. La lezione che questi tredici Grandi ci offrono è che possiamo e dobbiamo essere ‘grandi’ anche noi come lo sono stati loro”.

“I 13 Grandi milanesi che oggi ricordiamo con l’iscrizione in queste lapidi – ha spiegato il Presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo – sono stati scelti all’unanimità dall’apposita Commissione: è un segnale forte, che dimostra come questa città sia ancora capace di unirsi, al di là delle differenti sensibilità politiche e culturali. Milano, oggi più che mai, ha bisogno di tutte le sue energie migliori. Il mio auspicio è che il ricordo e l’esempio di questi nostri concittadini benemeriti siano davvero di stimolo per tutti noi”. La Commissione consultiva per le Onoranze al Famedio è composta da Basilio Rizzo, Presidente del Consiglio comunale; Natale Comotti, Riccardo De Corato, Andrea Fanzago e Luca Lepore, componenti dell’Ufficio di Presidenza; Stefano Boeri, assessore alla Cultura; Daniela Benelli, assessore ai Servizi civici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famedio, inscritti i nomi di 13 milanesi illustri: c'è anche Padoa Schioppa

MilanoToday è in caricamento