rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica

Elezioni, Majorino: "Sanità lombarda al collasso, basta liste d'attesa infinite"

"Fa acqua da tutte le parti", ha detto il candidato alle regionali del centro sinistra

Un sistema sanitario che fa acqua da tutte le parti e che ha bisogno di essere radicalmente cambiato. Questo il punta di vista del candidato alle prossime elezioni regionali, Pierfrancesco Majorino, che nel proprio programma include proprio un miglioramento della sanità lombarda.

“Credo - le parole di Majorino a Radio Immagina, la web radio Dem - che abbiamo bisogno dopo 28 anni di cambiare radicalmente pagina in Lombardia, 28 anni che hanno consegnato alla fine un sistema sanitario incredibilmente sotto gli standard che si possono garantire nella nostra regione, dove pure esistono, e continuano ad esistere, eccellenze di natura pubblica ma anche di natura privata molto forti. Ma abbiamo un sistema sanitario e socio sanitario che fa acqua da tutte le parti: siamo di fronte ad una Regione che su alcuni temi essenziali relativi alla qualità della vita, al benessere, allo sviluppo dei nostri territori (penso, ad esempio, al tema della mobilità ma pure alle questioni che riguardano la casa o la totale assenza di politiche culturali) e si è andati molto indietro".

Nello specifico, per quanto riguarda la sanità lombarda, che al momento ha una "situazione sfuggita di mano", secondo Majorino è necessario "un grande intervento immediato sulla questione delle liste d'attesa per le visite negli ospedali e rompere le liste d’attesa per colpire il problema delle attese nei pronto soccorso". "Nei primi 100 giorni - ha aggiunto - pianifico un intervento emergenziale, per poi attuare una poderosa riforma della sanità - che invece non si fa in poche settimane – e che metta in discussione un principio sin qui affermatosi e cioè quello che, per accorciare i tempi di visita e per essere curati, devi rivolgerti e devi pagare il privato".

"Regione Lombardia - ha proseguito l'europarlamentare - non è all'altezza degli interessi dei bisogni e dei desideri dei cittadini lombardi, ed è per questo che abbiamo bisogno di un cambiamento poderoso che parta dalla centralità della persona: non come evocazione storica, ma come interventi investimenti di risorse per politiche sociali più efficaci. Noi siamo a zero sul piano, ad esempio, di una pianificazione relativa a interventi sull'assistenza domiciliare per gli anziani che vivono da soli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Majorino: "Sanità lombarda al collasso, basta liste d'attesa infinite"

MilanoToday è in caricamento