Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Primarie Pd, anche a Milano e in Lombardia trionfa Zingaretti

Il neo segretario del Partito Democratico ottiene più del 71% a Milano città

L'attuale governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha trionfato anche a Milano alle primarie per il segretario del Partito Democratico, ottenendo ben il 71,6% delle preferenze. Un dato schiacciante, che non lascia adito ad alcun dubbio: i dem milanesi, renziani convinti per tanti anni, si sono decisamente convertiti al candidato più "di rottura" rispetto al corso del Pd dal 2013 in poi. Il segretario reggente uscente Maurizio Martina si è fermato, nel nostro capoluogo, al 16,2% e Roberto Giachetti al 12,2%.

In tutta la Città Metropolitana, capoluogo compreso, Zingaretti ha conquistato il 68,2%, mentre i suoi sfidanti Martina e Giachetti si sono fermati rispettivamente al 19,4% e al 12,5%. I votanti nei 351 seggi di Milano e degli altri Comuni metropolitani sono stati 96.800, una partecipazione alta rispetto alle aspettative. A Milano città, oltre 52 mila. 

Così come alta è stata a livello nazionale. I dati non sono ancora completi mentre scriviamo, ma si parla di un milione e 700 mila persone, più o meno quanti nel 2017 con la riconferma di Matteo Renzi contro Andrea Orlando e Michele Emiliano. E anche a livello nazionale è stato un trionfo per il 52enne governatore del Lazio: Zingaretti ha ottenuto circa i due terzi delle preferenze dei simpatizzanti del Pd.

«E' un ottimo risultato, finalmente si riparte. La partecipazione alle primarie che ha superato ogni previsione e il grande corteo festoso di sabato segnano un momento di svolta nel nostro Paese», ha commentato l'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che alcune voci danno per possibile capolista del Pd al Nord-Ovest per le elezioni europee del 26 maggio 2019. «Complimenti e buon lavoro a Zingaretti, nuovo segretario del partito democratico. Dopo la manifestazione, anche la giornata di oggi (domenica, n.d.r.) è stata un bellissimo esempio di democrazia e partecipazione. Un segnale forte che parte dalle persone», ha scritto invece il sindaco Beppe Sala su Twitter.

«Abbiamo scommesso sulla partecipazione, e abbiamo fatto bene. E' stata una giornata straordinaria, una vera e propria festa della democrazia e della partecipazione. Se tutto questo è stato possibile è stato grazie al lavoro dei nostri volontari e allo sforzo organizzativo di tante persone che ci hanno creduto», ha dichiarato Silvia Roggiani, segretaria metropolitana del Pd. E per la deputata milanese Barbara Pollastrini si tratta di «un grande risveglio dopo una malattia che pareva inguaribile».

«Buon lavoro a Nicola Zingaretti che sa di non aver ricevuto un mandato in bianco, ma una grande apertura di fiducia da parte di un popolo che vuole creare una seria alternativa al governo della cattiveria», ha commentato Pierfrancesco Maran, assessore milanese all'urbanistica, per tanti anni nell'ala "renziana" del Pd e ora elettore di Zingaretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, anche a Milano e in Lombardia trionfa Zingaretti

MilanoToday è in caricamento