rotate-mobile
Politica

I Radicali contro gli oratori: "550mila euro all'anno sono troppi"

Mozione di Marco Cappato per terminare o ridurre il finanziamento annuale di Palazzo Marino agli oratori cittadini. Secondo l'esponente radicale, non sarebbe garantito il principio di laicità

Marco Cappato all'attacco degli oratori milanesi. Il consigliere comunale dei radicali ha presentato lunedì una interrogazione in consiglio per ridurre (di molto) i soldi che il comune versa ogni anni agli oratori della città sulla base di convenzioni che si rinnovano di anno in anno.

Nel 2011 sono stati 550mila. La convenzione, firmata da Palazzo Marino e Fondazione diocesana, è finalizzata al finanziamento di varie attività sociali e culturali: "Ne riconosciamo il merito", scrive Cappato, "ma non c'è garanzia sul piano della laicità né sui risultati ottenuti con quei fondi. Nell'ambito della spendig review, ci auguriamo che si verifichi attentamente questa voce".

L'opzione alternativa, per i radicali, sarebbe quella di versarli alla scuola pubblica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Radicali contro gli oratori: "550mila euro all'anno sono troppi"

MilanoToday è in caricamento