menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Trenord faccia arrivare puntuali i treni e non si occupi di temi costituzionali': l'attacco del M5s

Il consigliere regionale pentastellato Nicola Di Marco ha attaccato l'amministratore delegato di Trenord che nei giorni scorsi si era schierato contro le sigle sindacali

"Invece di occuparsi in maniera goffa di diritti costituzionali dovrebbe preoccuparsi di far funzionare l’azienda e di far arrivare i treni in orario". È la risposta del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Nicola Di Marco all'amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri, che nei giorni scorsi si era schierato contro le sigle sindacali. Il motivo del contendere? Lo sciopero di domenica 15 dicembre, giorno in cui la Lombardia rischia di rimanere senza convogli ferroviari.

La posizione dell'amministratore delegato di Trenord

"Il sindacato OrSA ha nuovamente proclamato uno sciopero per domenica 15 dicembre — aveva dichiarato Piuri —. L’agitazione, che era stata ritirata dal sindacato lo scorso 27 novembre, è stata nuovamente proclamata, con obiettivi conflittuali verso l’azienda allo scopo di causare significativi disagi alla mobilità in occasione dei grandi eventi del periodo natalizio".

"Negli ultimi sei mesi, con tutte le altre organizzazioni sindacali Trenord ha siglato tre accordi storici che valgono, a favore dei lavoratori, oltre 13 milioni di euro. Contrariamente a quanto affermato pretestuosamente da OrSA, tali accordi preludono l’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro in un contesto di relazioni sindacali positive - la versione dell'azienda -. OrSA, che rappresenta poco più del 14% del totale del personale, ha scelto invece la via conflittuale, nonostante le raccomandazioni della Commissione di Garanzia, puntando a nuocere tanto ai lavoratori quanto alle migliaia di persone che hanno programmato di utilizzare il treno alla vigilia delle festività natalizie".

La posizione del M5s

“Come M5S riteniamo legittime le rivendicazioni dello sciopero dei dipendenti Trenord proclamato dal sindacato OR.S.A. per domenica e lunedì prossimi — ha dichiarato Di Marco —. I lavoratori sono infatti, insieme ai viaggiatori, vittime delle criticità gestionali dell’Azienda. Fra le sacrosante rivendicazioni dello sciopero la più importante è un rinnovo contrattuale atteso da anni e continuamente rinviato".

"Come M5s — ha concluso il consigliere — continueremo a monitorare la situazione e a chiedere una revisione della gestione aziendale sia per garantire un servizio decente sia affinché vengano tutelati i diritti dei dipendenti".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento