menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zona rossa illegittima, gli avvocati della Lombardia "fermano" il ricorso al Tar

Lo hanno deciso gli avvocati del Pirellone. Fermata la domanda cautelare, il procedimento va avanti

È stato fermato il ricorso della Lombardia al Tar contro la zona rossa. Nella giornata di lunedì 25 gennaio gli avvocati del Pirellone hanno depositato la rinuncia alla domanda cautelare nell'istanza proposta davanti ai giudici amministrativi del Lazio contro il provvedimento varato il 15 gennaio; provvedimento poi cancellato quando è emerso che era stato preso elaborando dati errati forniti dai tecnici lombardi.

"Avendo già ottenuto la riclassificazione della Regione in zona arancione la domanda cautelare ha perduto la sua attualità e a livello processuale la Regione ha perduto interesse a una decisione urgente”, ha spiegato l'avvocato Federico Freni che assiste la Regione davanti al tribunale amministrativo. “Il giudizio — ha precisato il legale — prosegue ovviamente nella fase di merito per l'accertamento della realtà storica degli eventi".

Nel frattempo il governatore Attilio Fontana ha abbassato i toni e usato parole distensive sulla polemica nata per la settimana passata dalla sua regione in zona rossa per un errore sui dati.

Intervistato da "Dentro i fatti", su Tgcom24, domenica sera il governatore è apparso però un po' più "sereno" e meno "aggressivo" nello scontro a distanza con il governo. "A questo punto, a noi non interessa. A me la polemica lascia indifferente - le parole di Fontana -. Non mi diverto a dire è colpa dell'istituto superiore di sanità, del ministero, della regione Lombardia, probabilmente non è colpa di nessuno", ha proseguito il governatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento