menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'attività di preghiera musulmana non è illegale

L'attività di preghiera musulmana non è illegale

Il Tar dà torto al Comune e ragione ai musulmani su via Matteotti

Il Tar è chiaro: l'attività di preghiera in un luogo gestito da associazioni culturali islamiche (nella fattispecie "Pace") non rappresenta una violazione della legge regionale 12 sui luoghi di culto

Il Tar dà ragione alla comunità musulmana di Cinisello Balsamo. La notizia è di quelle d’impatto e non fa per nulla piacere all’amministrazione comunale locale che aveva imposto la cessazione delle attività di culto nello spazio di via Matteotti.

Il Tar è chiaro: l’attività di preghiera in un luogo gestito da associazioni culturali islamiche (nella fattispecie “Pace”) non rappresenta una violazione della legge regionale 12 sui luoghi di culto.

Quindi l’edificio non diventa, nonostante si preghi al suo interno, una moschea a tutti gli effetti e quindi non ci sarebbero violazioni di destinazione urbanistica.

Questa disposizione del Tar potrebbe avere ripercussioni anche sull’altro caso spinoso di via Frisia, su cui pende una ordinanza di sgombero proprio per un abuso edilizio: la destinazione produttiva dell’edificio “cozza” con quella di culto praticata dai musulmani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento