Lunedì, 14 Giugno 2021
Corsico

Profughi a corsico, colletta dei dipendenti comunali

In attesa che a settembre si attivino le associazioni di volontariato, i dipendenti del comune di Corsico hanno raccolto soldi per aiutare i 10 profughi presenti

I dieci profughi provenienti dalla Libia ma originari del Camerun che sono arrivati a Corsico, e che al momento alloggiano all'Hotel Naviglio Grande, possono contare da ieri su "angeli custodi" speciali: i dipendenti del comune.

Gli uomini, tra cui ci sono anche calciatori e un avvocato, provengono da uno dei paesi più poveri del mondo, il Camerun, e da diversi anni lavoravano in Libia. Con lo scoppio della guerra, per evitare violenze o arruolamenti obbligatori nell'esercito di Gheddafi, sono sbarcati a Lampedusa e (dopo il normale iter) sono arrivati a Corsico.

In attesa che la commissione territoriale valuti se hanno diritto all'asilo politico, i dipendenti del comune di Corsico hanno quindi deciso di organizzare una colletta in loro favore, e hanno messo a disposizione qualche centinaia di euro per acquistare prodotti di prima necessità (saponi, biglietti per i mezzi pubblici ma anche schede telefoniche per comunicare con i familiari in Camerun).

Al momento però il questore di Milano non ha concesso ai dieci camerunensi l'autorizzazione a cercare un lavoro, come invece è accaduto in altri casi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi a corsico, colletta dei dipendenti comunali

MilanoToday è in caricamento