Corsico

Massacra la moglie per sei anni e la picchia con le scarpe con il tacco: tassista arrestato

In manette un tassista di quarantaquattro anni. La moglie è finita in ospedale, ferita

Hanno visto quella donna in strada, in lacrime, e hanno capito che qualcosa non andava. Così si sono avvicinati e sono riusciti a farla parlare, nonostante per sei anni si fosse tenuta tutto dentro, nonostante per sei anni avesse sopportato in silenzio quelle botte e quelle violenze. Proprio parlando con i militari, sfogandosi, è riuscita a porre fine al suo incubo e a far finire in manette quel compagno diventato sempre più un aguzzino. 

Un uomo di quarantaquattro anni, un tassista italiano incensurato, è stato arrestato lunedì mattina dai carabinieri della compagnia di Corsico con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna, una donna 43enne da cui ha avuto due figli di sette e quindici anni. 

L'allarme per i militari, guidati dal capitano Pasquale Puca, è scattato quando passando in via Turati hanno notato la donna in lacrime in strada, visibilmente scossa. Dopo aver conquistato la sua fiducia, i carabinieri hanno chiesto alla vittima cosa fosse accaduto e lei ha raccontato che poco prima, davanti ai figlioletti, era stata massacrata di botte dal compagno, che l'aveva anche colpita alla testa con una scarpa con il tacco. 

Le rapide indagini dei militari hanno permesso di accertare che le violenze andavano avanti ormai da sei anni, con cadenza praticamente quotidiana. A quel punto il tassista è stato arrestato e portato in carcere a San Vittore. 

La moglie, che mai lo aveva denunciato, è invece finita all'ospedale San Paolo, dove i medici le hanno diagnosticato una prognosi di venticinque giorni per  “trauma cranico occipitale e trauma toracico da percosse”. Soltanto l'ultimo "regalo" di suo marito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacra la moglie per sei anni e la picchia con le scarpe con il tacco: tassista arrestato

MilanoToday è in caricamento