Affori Bruzzano via Vincenzo da Seregno

Mette la casa a soqquadro, picchia la madre 80enne e la minaccia di morte

La donna non ha voluto denunciare il figlio, che però è stato ugualmente arrestato. Il primo episodio nel 2007

Repertorio

I carabinieri sono arrivati nell'appartamento di via Vincenzo da Seregno, zona Affori, chiamati dai sanitari del 118 e, appena entrati, si sono trovati una scena degna di un raid: il soggiorno era completamente a soqquadro. Per terra, ovunque, posate e posaceneri, nonché i cuscini del divano.

Tale furia era stata provocata dalle intemperanze violente di un 47enne, rivolte contro la madre convivente che ha 78 anni. L'uomo, palesemente sotto l'effetto dell'alcool, aveva continuato a minacciare di morte l'anziana davanti ai sanitari e non si è placato neanche alla vista delle divise.

I militari hanno portato la donna nella stanza da letto per consentirle di continuare a ricevere l'assistenza medica e poi, calmato il figlio, hanno raccolto la testimonianza della 78enne, che ha spiegato che i maltrattamenti - "per futili motivi" - continuavano da parecchi anni. Si è però rifiutata di formalizzare in una denuncia nero su bianco quanto aveva spiegato.

Ci hanno pensato però i sanitari intervenuti, con dichiarazioni spontanee, a fornire ai carabinieri il "materiale" per procedere comunque. Così il 47enne è stato tratto in arresto e portato a San Vittore. Non è la prima volta: era già successo nel 2016 ed anche nel lontano 2007, sempre per lo stesso motivo: maltrattamenti in ambito familiare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mette la casa a soqquadro, picchia la madre 80enne e la minaccia di morte

MilanoToday è in caricamento