rotate-mobile
San Giuliano Milanese San Giuliano Milanese

San Giuliano, ricercato per rapina presenta denuncia: in manette

Il fatto è avvenuto ieri. L'uomo, romeno, si è presentato in caserma per presentare una denuncia di danneggiamento auto ma è stato arrestato: da un anno era ricercato per una rapina a Milano

Si è presentato in caserma di buon ora per formalizzare una banale denuncia di danneggiamento di autovettura, ma è finito in manette per rapina e adesso si trova ristretto presso la Casa Circondariale di Lodi. Si tratta di A.D., classe 1986, di nazionalità rumena, residente solo da un paio di mesi a San Giuliano Milanese.

Il malvivente ieri, al risveglio, ha trovato il vetro di un finestrino della sua autovettura infranto. Ha decido quindi di fare la denuncia ai carabinieri per ottenere l'assicurazione. Presso l'ufficio della tenenza ha trovato però un militare scrupoloso che dopo aver chiesto al romeno di esibire i documenti di identità, ha effettuato un routinario controllo dei suoi dati anagrafici attraverso la banca dati delle forze di polizia e lo ha smascherato.

Sconterà una condanna a una pena di due anni e due mesi di reclusione per rapina aggravata in concorso di persona. La rapina risale al mese di novembre 2006 ed è stata messa a segno a Milano a danno di due  transessuali che si stavano prostituendo nella periferia del nord ovest del capoluogo lombardo.
 
A.D. e un connazionale suo complice, avevano speronato l'auto a bordo di cui si trovavano i due sudamericani e quindi, armati di bastoni, li avevano percossi e rapinati delle borsette. Inseguiti dalla forze dell'ordine a cui era stato dato prontamente l'allarme, i due romeni erano stati braccati e arrestati e la refurtiva recuperata e restituita ai legittimi proprietari. Dopo la prima cattura A.D. era stato messo agli arresti domiciliari. Cessate le esigenze cautelari, dopo 5 mesi dal suo arresto, il romeno era stato poi rimesso in libertà.


Forse lui si era convinto che il procedimento penale si fosse così definto e di aver pagato il suo debito. Invece la lenta, ma inesorabile macchina della giustizia si era appena messa in moto. Il processo a suo carico per rapina aggravata in concorso di persona, celebrato in contumacia dell'imputato davanti al Tribunale di Milano, si era concluso con una sentenza di condanna alla pena della reclusione di 2 anni, 2 mesi e 23 giorni. Ma quando nel mese di novembre del 2009 A.D. fu cercato per essere arrestato per l'espiazione della pena, le sue ricerche diedero nuovamente esito negativo. Infatti, già residente in un campo nomadi alla porte di San Donato Milanese, fu dichiarato irreperibile. Fino a ieri mattina, quando, ignaro della condanna che pendeva sulla sua testa, ma di fatto latitante da quasi due anni, aveva serenamente varcato la soglia della caserma dei carabinieri di San Giuliano Milanese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano, ricercato per rapina presenta denuncia: in manette

MilanoToday è in caricamento