Cronaca Porta Venezia

Porta Venezia, blitz nei locali: 150mila euro di multa per quelli con lavoratori irregolari

Le verifiche di Inps, Inail e carabinieri hanno riscontrato che il 70% dei ristoranti e bar da corso Buenos Aires a viale Regina Giovanna e via Piave erano irregolari

Corso Buenos Aires (foto di repertorio)

Sette locali su dieci nella zona della vita notturna di Porta Venezia avevano lavoratori assunti irregolarmente. È quanto hanno riscontrato carabinieri e incaricati di Inps, Inail e Ispettorato territoriale del lavoro attraverso i controlli effettuati lo scorso sabato in ristoranti e bar nella zona da corso Buenos Aires a viale Regina Giovanna e via Piave. 36 sono stati gli esercizi sottoposti a verifiche nel corso della serata, di cui ben 25 - il 70 % - avevano lavoratori irregolari. 

I 55 operatori, militari e funzionari, che hanno inaspettatamente controllato i locali del quartiere di Porta Venezia, esaminando i contratti di 220 lavoratori, hanno potuto constatare che 36 ne erano privi e lavoravano in nero, cinque erano stranieri senza permesso di soggiorno e due minori. A conclusione dei controlli nei bar e ristoranti - che per la metà erano di proprietà di stranieri, soprattutto cinesi - gli esercizi risultati irregolari sono stati multati per un totale di 150mila euro. Nei prossimi giorni le aziende del quartiere saranno sottoposte a ulteriori verifiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Venezia, blitz nei locali: 150mila euro di multa per quelli con lavoratori irregolari

MilanoToday è in caricamento