menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tribunale

Tribunale

Condannato a 5 anni Mago Franco, ha violentato e truffato 10 clienti

Sono dieci le sue vittime, tutte donne che vivevano momenti di grave difficoltà

E' stato condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere Franco Uggetti, il sedicente 'Mago Franco' finito in carcere lo scorso luglio con l'accusa di aver violentato e truffato per circa sei anni numerose clienti con problemi personali, di salute, di natura psicologica, incassando circa 200mila euro solo negli ultimi due anni.

Lo ha deciso il gup di Milano Carlo De Marchi. A tre donne parti civili nel processo sono stati riconosciuti risarcimenti.

Secondo le indagini coordinate dal pm di Milano Giovanni Polizzi (aveva chiesto una condanna a 5 anni) e dalla guardia di finanza, il sedicente mago, 62 anni originario di Pavia, avrebbe chiesto in alcuni casi veri e propri "sacrifici fisici" alle sue clienti, che andavano dai "rapporti sessuali" fino a molestie di ogni genere e al taglio di "ciocche di capelli".

Per oltre 6 anni, a partire dal 2006, Uggetti avrebbe truffato e violentato molte donne con problemi personali intascando circa 200mila euro solo negli ultimi due anni e abusando di loro, come prezzo di quella che lui definiva "trasmissione di energia".

Dieci in totale le vittime indicate nell'ordinanza d'arresto e nell'imputazione, solo alcune delle quali vittime anche di violenze sessuali oltre che di truffa. Per una di loro (parte lesa per le violenze sessuali e la truffa) il gup ha riconosciuto una provvisionale di risarcimento di 10mila euro a carico dell'imputato, per altre due, invece, 3 mila euro a testa (erano parti lese solo per la truffa). Le altre donne non si sono costituite parti civili nel processo, che è stato celebrato rito abbreviato e che ha portato, dunque, allo sconto di un terzo sulla pena.

"Io con la scusa di leggere le carte, ho infuso fiducia a queste persone": così si era difeso Uggetti nell'interrogatorio di garanzia davanti al gip di Milano Franco Cantù Rajnoldi, dopo l'arresto dell'11 luglio scorso. Stando all'imputazione, Uggetti avrebbe circuito le donne con il "timore di un pericolo immaginario costituito dal rischio di non liberarsi dei problemi che le affliggevano". A una donna, "provata da gravi lutti e malattie" e in "condizioni di inferiorità psichica", Mago Franco avrebbe portato via, tra il 2010 e il 2011, 1.950 euro. "Quando si è disperati ci si attacca a qualunque speranza", aveva spiegato a verbale davanti al pm una vittima "nauseata". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento