Cronaca

Notte di cocaina e liti: si indaga sulla morte di Giuseppe Spinelli, trovato con la gola tagliata

La posizione della compagna è al vaglio e il suo racconto non convince del tutto i detective

Proseguono le indagini sulla morte di Giuseppe Spinelli, il barese di Altamura di 33 anni trovato senza vita e con la gola tagliata nel giardino di una villa adibita a Bed & Breakfast a San Colombano al Lambro (Milano). Non è ancora chiaro se l'uomo si sia suicidato o se si tratti di un omicidio.

Spinelli, secondo il racconto delle donna che era insieme a lui, Marcella N. di 42 anni, si è ucciso con i cocci di vetro di una bottiglia dopo un raptus. L'episodio poco prima delle 5 di giovedì.

I due, stando alle prime indicazioni degli investigatori, avrebbero fatto uso di cocaina e avrebbero litigato a lungo. Per questo al 118 sono arrivate due chiamate: quella della donna che chiedeva aiuto dopo la tragedia e quella dei proprietari di casa, che vivono al piano terra della villa, allarmati dalle urla durante la lite.

Indagano i carabinieri della compagnia di San Donato, coordinati dal pm della procura di Lodi Emma Vittorio.

La posizione della donna è al vaglio e il suo racconto non convince del tutto le forze dell'ordine. Dai primi riscontri, pare che il 34enne, agonizzante e perdendo copiosamente sangue, abbia fatto qualche passo nel vialetto esterno, uscendo in maglietta e pantaloncini, prima di accasciarsi esanime. Per gli investigatori il suicidio è solo una delle ipotesi senza escludere l'omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di cocaina e liti: si indaga sulla morte di Giuseppe Spinelli, trovato con la gola tagliata

MilanoToday è in caricamento