Cronaca Porta Nuova / Via della Moscova

Prostituzione e droga: smantellata banda, 30 arresti

Operazione dei carabinieri per smantellare una banda che sfruttava la prostituzione e trafficava droga tra Milano, Firenze e l'Est Europa

Operazione dei carabinieri

Trenta arresti. Sono questi i numeri di un'operazione dei carabinieri che fin dalle prime ore dell'alba di martedì ha smantellato una banda che si dedicava allo sfruttamento della prostituzione e allo spaccio di droga. 

Il Comando Provinciale di Milano, coadiuvato da quelli di  Torino, Firenze, Lodi, Alessandria e Pavia, nonché dai collaterali organi di polizia albanesi, greci e romeni, nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno eseguito 30 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata all’induzione, al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione ed al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L'indagine è partita grazie alla segnalazione dei comitati di quartiere.

L’inchiesta ha portato alla luce l’esistenza di due compagini strettamente interconnesse; quella milanese impegnata a gestire la prostituzione di giovani donne dell’est Europa e quella di Firenze dedita allo smercio degli stupefacenti provenienti dall’Albania nelle diverse piazze italiane. In particolare il gruppo milanese era gestito dai fratelli Geron e Mikal Hansanbelli, albanesi di 40 e 36 anni, attualmente detenuti in Albania per un omicidio commesso in Belgio per vendicare la morte del padre.

Le ragazze venivano reclutate nei paesi di origine: Marocco, Bulgaria, Moldavia, Albania, Russia e Romania. Ne sono state individuate 14 di età compresa tra i 23 e i 40 anni. Alcune (tutte consenzienti) erano perfino sorelle e mogli degli arrestati. Lavoravano sui marciapiedi di viale Abruzzi, viale dei Mille e via Piceno ma i clienti li portavano in appartamenti gestiti dai capi (vedi anche viale Abruzzi hard). 

Le tariffe per le prestazioni erano stabilite dai capibanda: fuori Milano 30 euro per 30 minuti, in città 70 euro. Il protettore veniva avvisato con un sms e da quel momento scattava la tariffa oraria.

L’attività ha permesso di ricostruire le condotte delittuose esercitate dai due gruppi criminali nel controllo dell’attività di prostituzione e nel reimpiego dei relativi proventi nell’acquisto di stupefacenti e di individuare, in Grecia ed Albania, i responsabili delle spedizioni dei carichi di stupefacente.? I carabinieri hanno documentato, nel corso delle indagini, che la banda era stata in grado di movimentare oltre 200 kg di droga che arrivava via mare dal porto di Patrasso fino a quello di Ancona o via terra dall'Albania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione e droga: smantellata banda, 30 arresti

MilanoToday è in caricamento