Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Montenapoleone / Via della Spiga

"Mi dai 100 euro e non ti faccio il verbale": arrestato impiegato

Finito in manette un funzionario del Comune di Milano che chiedeva mazzette ai negozianti per non denunciare irregolarità, soprattutto sulle insegne. E' il secondo caso in poco più di un mese

Ricattava alcuni esercizi commerciali per evitare di fare verbali di contestazione sulle loro attività. Si tratta di un impiegato del Comune arrestato martedì mattina. L'uomo, un tecnico dell'amministrazione di 54 anni, avrebbe chiesto mazzette da 100 euro in cambio del "silenzio" su alcune insegne non in regola o altri casi di irregolarità da parte dei negozi.

L'inchiesta del pm Grazia Colacicco ha portato in carcere il funzionario con una "trappola": dopo la denuncia di un negoziante, i carabinieri hanno colto l'uomo in flagrante mentre prendeva i soldi che aveva chiesto in modo illecito. Pare che in almeno tre episodi di presunte tangenti, il funzionario fosse andato in alcuni negozi contestando soprattutto le insegne non a norma: "Non ti faccio il verbale se mi dai 100 euro", sarebbe stata la richiesta. Ma il suo non è l'unico caso.

Poco più di un mese fa era stato arrestato un altro funzionario del Comune di Milano impiegato nel settore urbanistica. Un noto negozio di moda di via della Spiga aveva denunciato la richiesta di una mazzetta - ma di mille euro, che sarebbero stati la seconda rata - da parte di Gianluca C., arrestato ai primi di dicembre, finito anche lui in manette mentre scendeva dal suo ufficio dopo aver preso i soldi.

Intanto il Comune ha annunciato che si costituirà parte civile, avviando le pratiche per i provvedimenti di rito nei confronti del funzionario. L'assessore alla sicurezza Granelli ha commentato: "Questa amministrazione è impegnata a garantire il più rigoroso rispetto della legalità a tutela dei diritti dei cittadini e degli operatori commerciali. Vanno perseguiti e condannati coloro che approfittano del loro ruolo pubblico danneggiando persone e imprese, mettendo anche in cattiva luce il Comune di Milano".

"L’inchiesta che ha portato all’arresto del dipendente comunale - ha proseguito Granelli - è partita dalla Polizia locale e, in particolare, dal Comando di Zona 3, cui un cittadino milanese si era rivolto per denunciare quanto stava accadendo. Ringrazio la Polizia locale che, con grande professionalità, ha collaborato con la magistratura e l’Arma dei Carabinieri per cogliere in flagranza di reato l’impiegato comunale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi dai 100 euro e non ti faccio il verbale": arrestato impiegato

MilanoToday è in caricamento