rotate-mobile
Violenza sessuale

Ragazze violentate sul treno e in stazione, convalidato l'arresto dei due stupratori

I due erano stati fermati quasi per caso, durante una festa alla quale stavano partecipando

E' stato convalidato l'arresto dei due giovani, un 21 enne italiano e un 27 enne marocchino, accusati di aver aggredito e violentato una ragazza di 22 anni su un treno della linea Milano-Varese, il 3 dicembre, e di aver abusato di una seconda giovane, all'interno della stazione ferroviaria di Vedano Olona (Varese).

Uno dei due, a quanto emerso, ha raccontato al gip di Busto Arsizio (Varese), contraddicendosi più volte, di essere stato presente ma di non aver materialmente preso parte alla violenza, mentre il secondo di non essere l'autore del brutale gesto. Entrambi sono stati identificati dalle due vittime delle violenze dopo essere stati bloccati dai carabinieri durante una festa che si stava svolgendo in un appartamento di Venegono Inferiore (Varese).

Quella sera - agendo in coppia - avevano stuprato a bordo del treno (in quel momento vuoto) la prima giovane, che tornava a casa da Milano. Scoperti e in fuga, erano scesi nella stazione di Venegono, dove avevano aggredito sessualmente l'altra ragazza, molestandola e palpeggiandola, per poi scappare dopo la sua reazione. 

La loro corsa era stata però ripresa dalle telecamere del piccolo scalo ferroviario: investigatori e inquirenti - anche grazie al decisivo aiuto delle vittime - avevano potuto tracciare un perfetto identikit dei due ricercati. La svolta quando i carabinieri sono intervenuti in un palazzo di un comune del Varesotto dopo la segnalazione di un residente dello stabile, disturbato dal caos che arrivava da un appartamento vicino al suo. Lì dentro i militari hanno trovato i due stupratori. Entrambi stavano partecipando alla festa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazze violentate sul treno e in stazione, convalidato l'arresto dei due stupratori

MilanoToday è in caricamento