rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Porta Magenta / Via Vincenzo Foppa

Mobilità elettrica, 50 veicoli in prova (e in vendita) a Elettrocity

Kermesse temporanea sui veicoli elettrici, un settore in cui l'Italia è all'avanguardia. Maran: "Finalmente si parla di prodotti che si possono vendere"

"Sono stato a diversi convegni sulla mobilità elettrica, sono contento oggi di essere in un luogo dove si provano e si vendono i mezzi elettrici". Lo ha detto Pierfrancesco Maran, assessore alla mobilità e al verde, ed è la sintesi più riuscita di Elettrocity, la "quattro giorni" organizzata da "Foppa 49" (dal 13 al 16 settembre), un luogo fisico di prova e vendita, appunto, di bici, scooter, quadricicli e auto con un solo comune denominatore: sono spinti da motore elettrico.

L'elettrico come sistema di mobilità urbana inizia infatti a essere un'occasione concreta. Da una parte la maggior sensibilità ambientale delle persone, dall'altra le esigenze delle città che spingono verso la lotta all'inquinamento e, a completare il cerchio, prodotti ormai maturi con una gamma vastissima. Il risultato è che, all'inizio della kermesse, erano già più di 3mila i milanesi che si erano prenotati per provare un veicolo elettrico. L'obiettivo è comunque di arrivare a 5mila. E magari di venderne anche alcuni.

E sono in arrivo i contributi governativi (quindi nazionali) per rendere ancora più conveniente l'acquisto di veicoli elettrici, anche se già oggi è possibile portare a casa scooter e biciclette a prezzi più vantaggiosi che in passato. E la regione Lombardia ha stanziato circa un milione di euro destinato ai taxisti che intendono "convertirsi" all'auto elettrica.

Elettrocity Via Foppa 49 © Melley/MilanoToday

"Il contributo del comune di Milano - ha spiegato Maran - è soprattutto culturale. Non potremmo infatti erogare grandi contributi economici e non varrebbe la pena. Noi spingiamo affinché si comprenda che la mobilità urbana e quella extraurbana hanno regole diverse, e i mezzi diversi dall'auto sono più adatti all'uso urbano. Diverse regole (ad esempio le zone 30) favoriscono la scelta di acquistare prodotti diversi dalle auto a motore".

L'ostacolo maggiore all'auto elettrica (oltre il prezzo) è semmai la scarsità di colonnine per la ricarica. Su questo Maran ha promesso un impegno: entro il 2012 sarà più snella la procedura per dare spazi a operatori diversi da A2A, "a patto che poi gli operatori si mettano d'accordo per dare all'utente la possibilità di ricaricare ovunque, come succede oggi per i benzinai, con tesserina universale o carta di credito".

COME VA L'AUTO ELETTRICA - LA NOSTRA CLIP

E-VAI, IL CAR SHARING CON L'AUTO ELETTRICA - LA PROVA

I VEICOLI ELETTRICI - Sono davvero tante le possibilità per chi vuole provare un modo alternativo di spostarsi in città. Biciclette a pedalata assistita, che funzionano quindi sempre pedalando ma, grazie al motorino elettrico, consentono di fare uno sforzo molto minore. Ce n'è per ogni gusto e prezzo. E poi scooter e motorini in tutto simili a quelli tradizionali. Ma anche i "seagways" (che di recente sono stati equiparati alle biciclette, per cui possono circolare anche sulle strade) e gli skate elettrici. E i quadricicli, sempre più preponderanti nell'offerta: il più noto è sicuramente il Renault Twizy. Anche le microcar fanno la loro parte: al prezzo di una Punto un po' accessoriata, o poco più, consentono una guida fluida in città (fino a 80-90 km/h). Per finire, ovviamente, con le auto vere e proprie. Sono ormai molti i modelli sul mercato. Il prezzo non è ancora esattamente competitivo ma c'è molta aspettativa con i contributi del governo che partiranno nel 2013.

E PER RICARICARE? - Solo le autovetture implicano la necessità delle colonnine in strada o della ricarica nel garage di casa. Biciclette e scooter hanno invece batterie asportabili con capacità di 1,2 kwh al massimo, il che significa che si possono estrarre e portare a casa senza problemi e senza potenziare il proprio impianto domestico. "Ma si sta lavorando anche per dotare i quadricicli di batterie asportabili, almeno per le emergenze", ci spiega uno dei responsabili di "Mad Motors", negozio milanese specializzato in vendita e noleggio di veicoli elettrici di ogni tipo.

UN SETTORE "ITALIANO" - La mobilità elettrica è un settore industriale in cui l'Italia è all'avanguardia nel mondo. Compie infatti dieci anni il primo veicolo elettrico interamente progettato e costruito nel nostro Paese. E non si contano gli operatori, piccoli e medi, che producono nel nostro territorio biciclette, scooter, quadricicli e microcar. Si parla di investimenti di qualche miliardo di euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità elettrica, 50 veicoli in prova (e in vendita) a Elettrocity

MilanoToday è in caricamento