Incidente in via Gioia, davanti alla Regione: dirigente Areu travolto sulle strisce, è in coma

Stando ai rilievi della polizia locale, il 58enne stava attraversando sulle strisce pedonali

Il luogo dell'incidenti (Foto S.M.P.)

Grave incidente stradale in via Melchiorre Gioia a Milano, nel primo pomeriggio di venerdì, poco prima delle 13. Un uomo di 58 anni, un dirigente dell'Azienda regionale emergenza urgenza di Milano, è stato travolto da una monovolume della Citroen. Le sue condizioni sono molto gravi, stando a quanto riportato dalla centrale operativa del 118: ora lotta tra vita e la morte all'ospedale Niguarda, dov'è arrivato in coma.

L'incidente davanti la Regione, la ricostruzione della locale

Stando a quanto riferito dalla polizia locale, che sul posto ha lavorato per tutto il pomeriggio per fare i rilievi e gestire l'imponente traffico veicolare che transita quotidianamente sull'arteria, il 58enne stava attraversando nei pressi delle strisce pedonali quando è stata investito in pieno dalla Citroen guidata da un 43enne.

L'auto andava in direzione centro. Il 58enne è finito sul parabrezza del veicolo, infrangendolo, è poi è stato sbalzato di alcuni metri in avanti finendo sullo spartitraffico tra le due carreggiate, proprio davanti all'edificio sede della Regione Lombardia. Lì, ha sbattuto contro il suolo e lì è rimasta una macchia di sangue.

Tre equipaggi su ambulanza e automedica sono subito intervenuti per i soccorsi. Il loro dirigente stava andando verso via Alfredo Campanini, sede dell'Areu. Le condizioni dell'uomo restano molto critiche. Sotto choc una delle persone a bordo dell'auto: è stata portata al Fatebenefratelli per accertamenti.

Bollettino da guerra sulle strade Milanesi

L'ultimo incidente gravissimo in ordine di tempo è avvenuto durante la notte tra giovedì e venerdì in piazza Ovidio. La vittima è Giuseppe Bellanca, un noto tenore del Teatro alla Scala.

Giovedì mattina: una donna era stata travolta in viale Certosa da una moto. La signora era stata portata in ospedale in arresto cardiaco. Poi era morta in ospedale.

Ma l'elenco delle vittime, purtroppo, è veramente lungo: la media è di uno al giorno nell'ultima settimana. Mercoledì sulla Tangenziale Ovest è morto Simone Colonna, un motociclista originario di Vigevano. Lunedì, a Carugate, era morto Vincenzo Restivo, giovane motociclista originario della Sicilia.

Tra sabato e domenica un ciclista era morto all'ospedale San Carlo di Milano poche ore dopo il ricovero: era un 21enne che, insieme al fratello 23enne, era stato travolto da un'auto sulla strada provinciale Padana Superiore tra Inzago e Bellinzago Lombardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella notte tra venerdì e sabato due ragazzi di 26 anni, Federico Vasile e Nicolò Moraschini, erano stati falciati e uccisi da un ubriaco col suv mentre erano in moto sulla Tangenziale Nord. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Milano, ragazza molestata fuori dall'ospedale: un 23enne arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento