Martedì, 21 Settembre 2021
Omicidi Carpiano

La tragedia di Carpiano (Milano): uccide moglie, figlia e si spara

Il sindaco del piccolo Comune parla di tragedia per tutta la comunità

Catherine Panis

"Un gesto così non è mai spiegabile. Le motivazioni sono così blande, che proprio...". A parlare è il procuratore di Lodi, Domenico Chiaro, cercando di fare luce sulla tragedia avvenuta domenica a Carpiano, nel Milanese, dove un uomo di 70 anni ha ucciso la moglie e la figlia 15enne, prima di togliersi la vita.

Salvatore Staltari ha lasciato una lettera dove parla dei problemi quotidiani con la consorte, Catherine Panis, origini filippine di 41 anni, addetta in un'azienda logistica. Con il suo revolver, un'arma non denunciata, l'uomo ha ucciso anche la figlia adolescente, Stefania Chiarisse Staltari, per non lasciarla sola al mondo, come spiega nel testo scritto a mano su un quaderno. Gli omicidi, secondo le prime indicazioni, si sono consumati mentre le vittime dormivano, nella notte tra sabato e domenica. 

È stato l'uomo a dare l'allarme: ha chiamato il 118 dicendo di aver ucciso la moglie e la figlia di 15 anni e preannunciando il suicidio, portato a termine prima dell'arrivo dei carabinieri, che nell'abitazione hanno trovato anche lo scritto con cui il 70enne ha spiegato le motivazioni del gesto. Le due donne erano appena rientrate da una vacanza di alcuni giorni alla quale il 70enne non aveva partecipato.

Stefania Chiarisse-2

Stefania, la 15enne uccisa dal padre

Il sindaco di Carpiano: "Una tragedia"

Il sindaco di Carpiano, Paolo Branca, commenta quanto avvenuto nella frazione Francolino del Comune del Milanese con parole di dolore: "È un'immane tragedia, che ha colpito un nucleo familiare di nostri concittadini e la comunità".

"Ci sono le indagini in corso, per escludere qualsiasi altra situazione diversa da quella che appare invece essere una tragedia svolta all'interno di un nucleo familiare", precisa il primo cittadino all'Adnkronos, che non conosceva la famiglia.

"Era una situazione che non conoscevamo, perché non ci sono stati particolari contatti con il Comune, nel senso che non c'è stato alcun tipo di situazione che possa esserci invece per altri soggetti un po' più sotto l'occhio dei servizi sociali", spiega Branca, che nella giornata di lunedì si confronterà con la responsabile dei servizi sociali dell'amministrazione per "fare il punto e riuscire a comprendere meglio se ci siano state delle difficoltà".

Carabinieri Nucleo scientifico-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Carpiano (Milano): uccide moglie, figlia e si spara

MilanoToday è in caricamento