menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

I luoghi di arte e di cultura riaperti a Milano

Dai teatri ai cinema, passando per i musei. Ecco le date delle riaperture e le modalità di accesso

Lunedì 26 Milano e la Lombardia hanno festeggiato il ritorno in zona gialla e dopo mesi di chiusura anche i luoghi culturali e artistici del capoluogo hanno finalmente potuto tornare in attività. Ecco quali di questi spazi sono già aperti e con quali modalità di accesso.

Teatri

L'Elfo Puccini e il Piccolo sono stati tra i primi ad annunciare la riapertura al pubblico. Il primo dal 4 al 16 maggio propone lo spettacolo 'Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte', regia di Bruni/De Capitani, con biglietti in vendita sul sito del teatro. Il Piccolo, occupato dallo scorso 27 marzo da studenti e lavoratori dello spettacolo, nella sala dello Studio Melato, a partire dal 4 maggio, presenta la nuova produzione 'home made' intitolata 'Ladies Football Club', dal testo di Stefano Massini, con la regia di Giorgio Sangati e sul palco l'attrice Maria Paiato. Lunedì 26 ha riaperto anche il Franco Parenti, sul cui tetto si ergerà la Giraffa Raffaella, opera lignea dell'artista fiorentino Sedicente Morandi; l'iniziativa, sottolineano dal teatro, è simbolica, perché una giraffa come il teatro "può essere curiosa di vedere più in alto del suo sguardo". A partire da metà maggio tornano dal vivo anche gli spettacoli del Teatro Fontana, del Nazionale e del Martinitt. Mentre il Teatro alla Scala riparte lunedì 10 maggio con un concerto diretto dal maestro Riccardo Chailly (biglietti in vendita online dal 4 e dal 6 maggio). Riprendono anche i concerti del Conservatorio

La cultura riparte: le regole per musei, cinema, teatri, concerti e spettacoli

Musei

Le gallerie di Intesa Sanpaolo sono state le prime a riaprire lunedì 26 aprile, per permettere ai visitatori di approfittare dell'ultima settimana di esposizione dei capolavori del Tiepolo. La mostra, infatti, era stata aperta a ottobre per soli tre giorni e poi a febbraio, ma ora sarà visitabile 7 giorni su 7 con prenotazione consigliata durante la settimana e obbligatoria nei weekend quando l'orario di apertura verrà prolungato fino alle 21. Sempre lunedì ha riaperto anche il Museo Poldi Pezzoli, ora accessibile al pubblico dal mercoledì al lunedì, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18, con prenotazione online consigliata (aperto eccezionalmente anche martedì 27 aprile e sabato 1° maggio).

A riaprire, dal 27 aprile, è poi Triennale Milano, accessibile dal martedì alla domenica, dalle 11 alle 20: l'accesso al palazzo è gratuito, e per le mostre serve acquistare i biglietti online in anticipo. Fino al 27 ottobre sarà aperto anche il giardino, dove non sarà necessaria prenotazione, e che sarà teatro di molteplici eventi artistici, di inclusione e di condivisione con i quartieri della città con Triennale Estate. Il museo della fotografia contemporanea dal 28 aprile riapre da mercoledì a domenica (da mercoledì a venerdì dalle 16 alle 19 con ingressi contingentati, sabato e domenica dalle 10 alle 19 con prenotazione obbligatoria almeno un giorno prima scrivendo a info@mufoco.org o telefonando al numero 026605661). 

Aperta anche Fondazione Prada, dove fino a settembre è possibile visitare Who the Bær, la mostra-labirinto di Simon Fujiwara su un 'orso fantastico'; l'ingresso è contingentato e richiede l'acquisto del biglietto online fino alle ore 24 del giorno precedente alla visita. Dal 1° maggio riapre il Museo nazionale della scienza e tecnologia, che sarà visitabile dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 17 e sabato e nei festivi dalle 9.30 alle 18.30 (rimane invariata la consueta chiusura del lunedì; gli ingressi saranno contingentati in base alla capienza e sarà necessario prenotare online). A partire da martedì 4 maggio è di nuovo aperta anche la Pinacoteca di Brera che cambia modalità di accesso e tipologia di biglietti (la prenotazione è obbligatoria e da effettuare online). Dal 16 maggio riprendono, tutte le domeniche, le visite alla Villa Arconati Far di Bollate.

Per quanto riguarda i musei civici, a riaprire saranno tutte le collezioni permanenti: Castello Sforzesco, Galleria d'Arte Moderna (Gam), Acquario Civico, Risorgimento, Archeologico, Palazzo Morando, Novecento, Storia Naturale e Casa Boschi Di Stefano. Due i riallestimenti: quello riguardante la sezione di mineralogia del Museo di storia naturale in una nuova sala al piano terra e quello di due piani del Museo del Novecento, dedicati all'arte italiana degli anni '20-'50. Riaprirà invece l'8 maggio il Planetario mentre la collezione permanente del Mudec resta chiusa al pubblico per i lavori di riallestimento del percorso museale: l'appuntamento in questo caso è per il 16 settembre. Tutte queste strutture saranno visitabili dalle 10 di mattina, da martedì a domenica; le chiusure, invece, saranno alle 17.30 per i musei (tranne il Museo del Novecento, fino alle 19.30) e alle 19.30 per le sedi espositive. La prenotazione dell'ingresso attraverso il circuito Vivaticket verrà resa obbligatoria solo per i weekend ma sarà comunque fortemente consigliata anche per gli altri giorni.

Mostre

Continuano le mostre già aperte nei mesi scorsi: a Palazzo Reale 'Divine e Avanguardie. Le donne nell’arte russa' (fino al 12 settembre), e 'Prima, donna. Margaret-Bourke White' (fino al 29 agosto); al Pac l’esposizione Luisa Lambri (fino al 19 settembre); al Castello Sforzesco la mostra dedicata al talento e alla passione di Giuseppe Bossi per Raffaello (fino al 30 giugno); al Museo del Novecento, la retrospettiva su Carla Accardi (fino al 27 giugno) e la mostra dedicata a Franco Guerzoni (fino al 22 agosto). Al Mudec, infine, riprende il racconto su Qhapaq Ñan, la grande strada inca che viene allestita nella Sala Khaled Assad fino al 20 giugno. Al Museo Archeologico  il 7 maggio riapre la mostra 'Sotto il cielo di Nut. Egitto divino', con una veste parzialmente rinnovata e prorogata fino al 30 gennaio 2022.

Sempre a partire dal 27 aprile, si svelano al pubblico, finalmente, 'Le Signore dell’Arte', in una grande esposizione a Palazzo Reale (fino al 25 luglio); 'Green Grand Tour', la mostra di Federica Galli a Palazzo Morando (fino al 27 giugno); e 'Naufraghi e naufragi' all’Acquario (fino al 30 maggio). Tutte fanno parte del palinsesto I talenti delle donne che chiude il 30 aprile. Lo studio Museo Messina ospita, infine, la mostra 'Decade' (fino al 2 giugno), mentre la Casa della Memoria dedica alla celebrazione del 25 aprile una mostra-raccolta dei quotidiani italiani della primavera del ’45.

Da domenica 1° maggio potranno essere visitate le due mostre negli spazi espositivi del Mudec: la fotografica dedicata a Tina Modotti, 'Donne, Messico e Libertà' (fino al 7 novembre) e il progetto 'Robot. The Human Project' (fino al 1° agosto).

Cinema

Per celebrare la riapertura consentita dalla zona gialla il cinema Beltrade lunedì 26 aprile ha riaperto alle 6 del mattino riscuotendo un enorme successo: le persone si sono messe in coda per vedere i film all'alba e la sala ha registrato sold out. In questo cinema, in via Nino Oxilia, le proiezioni continuano per tutta la settimana anche con una speciale maratona dedicata a Nanni Moretti. A riaprire sono poi altri amatissimi cinema della città come il Mexico, dove è in proiezione Lei mi parla ancora (Pupi Avati), e l'Anteo, che propone anche presentazioni dei film in compagnia degli stessi registi, come accade martedì 27 aprile con 'Due' di Filippo Meneghetti. Da giovedì 29 si torna in sala anche al Colosseo e all'Eliseo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento