Elezioni comunali 2021

Sala, Bernardo, i comunisti, il medico no vax, il partito gay: tutti i candidati sindaco di Milano

Alle elezioni comunali di Milano ci saranno 13 candidati sindaco

La corsa a palazzo Marino fa tredici. Tanti sono i candidati sindaco al comune di Milano che si sfideranno tra loro per cercare di prendere il posto di Beppe Sala, anche lui "in gara", alle elezioni del prossimo 3 e 4 ottobre, con eventuale ballottaggio fissato quindici giorni dopo. 

I giochi sono ormai fatti perché alle 12 di sabato i partiti hanno dovuto consegnare agli uffici di via Larga - che entro lunedì certificherà il via libera - tutti i documenti necessari per la corsa alle urne. Alla fine, salvo sorprese, tutti dovrebbero passare l'esame, anche perché quest'anno, causa covid, servivano soltanto 334 firme rispetto alle solite 1000. Le liste totali per elezioni comunali 2021 di Milano dovrebbero quindi essere 28, con 13 candidati sindaco.

Elezioni Milano, i candidati sindaco

I nomi più pesanti sul tavolo sono proprio quelli dell'attuale inquilino di palazzo Marino - che sarà sostenuto da otto liste - e dell'uomo del centrodestra unito, con sei liste, Luca Bernardo, primario del reparto di pediatria del Fatebenefratelli. Oltre Sala e Bernardo ci sono tanti nomi nuovi - soprattutto della sinistra, che schiera ben quattro comunisti - e qualche esponente dichiaratamente no vax. La "sinistra sinistra" scende infatti in campo addirittura con quattro candidati, con una frammentazione quasi da premio: c'è Natale Azzaretto del Partito comunista dei lavoratori, c'è Marco Muggiani del Pci e c'è Alessandro Pascale del Pc (senza "i"). Ma dichiaratamente comunista è anche Bianca Miriam Tedone, che corre con Potere al Popolo. Nella stessa "ala" Gabriele Mariani - comunque anche lui più a sinistra di Sala - che si candida sostenuto da Milano in Comune e Civica Ambientalista.

I grillini invece giocano la carta Layla Pavone, mentre i socialisti puntano su Giorgio Goggi, con due liste. Capitolo sorprese ed esordi. Quella del prossimo mese sarà la prima elezione per Gianluigi Paragone - due liste -, che ha giocato gran parte della sua campagna elettorale sull'opposizione al green pass. Ancora più "estremo" - e orgogliosamente no vax - è Teodosio De Bonis, il medico candidato con "Movimento 3V", che sul proprio sito ha lanciato la campagna "Io non mi vaccino perché". Nella scheda elettorale, formato maxi, trovano poi posto Mauro Festa con il suo Partito gay e Bryant Biavaschi di "Milano inizia qui". 

Tutti i candidati sindaco e le liste a sostegno

Beppe Sala
Pd
Volt
Lista Beppe Sala sindaco
Milano Radicale
Riformisti lavoriamo per Milano
Milano in salute
Europa verde
Milano unita

Luca Bernardo
Lega per Salvini premier
Forza Italia
Lista civica Luca Bernardo
Milano Popolare Maurizio Lupi
Fratelli d'Italia
Partito Liberale europeo

Gabriele Mariani
Milano in comune
Civica AmbientaLista

Layla Pavone
Movimento cinque stelle

Giorgio Goggi 
Milano Liberale
Socialisti di Milano

Natale Azzaretto
Partito comunista dei lavoratori

Marco Muggiani
Pci

Mauro Festa
Partito gay

Teodosio De Bonis
Movimento 3V

Alessandro Pascale
Partito comunista

Bryant Biavaschi
Milano inizia qui

Bianca Miriam Tedone
Potere al popolo

Gianluigi Paragone
Milano Paragone sindaco Italexit
Grande Nord

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala, Bernardo, i comunisti, il medico no vax, il partito gay: tutti i candidati sindaco di Milano

MilanoToday è in caricamento